Arte e Cultura News

Tracce di contemporaneo nelle dimore storiche della Brianza

Studio Associato MSC - Treviso

In occasione di “Meet Brianza Expo_Fuori Expo in Brianza” – iniziativa finanziata da Regione Lombardia e Camera di Commercio di Monza e Brianza, con il coordinamento della Provincia di Monza e dellaBrianza – a partire dal 28 giugno 2015 prenderà avvio il progetto “Tracce di contemporaneo. Collezioni di Arte italiana da Lucio Fontana alla contemporaneità nelle ville della Brianza” , promosso dal Comune di Nova Milanese e realizzato grazie al Bice Bugatti Club, in collaborazione con Heart Pulsazioni culturali.Tracce di Contemporaneo
Il progetto espositivo, a cura di Simona Bartolena, presenta una serie di mostre di arte contemporanea allestite nelle splendide cornici di alcune delle più suggestive ville di delizia e sedi storiche della Brianza. L’obiettivo è anche quello di valorizzare ulteriormente il patrimonio artistico e culturale del territorio brianteo creando un armonioso dialogo tra opere contemporanee e ville storiche.
La Brianza è una zona tutt’altro che sterile e disinteressata all’arte ma, al contrario, è divenuta negli anni patria di artisti, creativi e collezionisti. Le numerose raccolte private del territorio sono frutto di scelte appassionate,ben distanti da logiche di investimenti commerciali, costruite piuttosto assecondando un gusto personale, ben definito. Tracciarne le linee guida, indagarne i tratti distintivi, per trovare percorsi comuni e caratteristiche specifiche può condurre a una riflessione molto interessante sulle dinamiche dell’arte nel territorio.
“Tracce di contemporaneo. Collezioni di Arte italiana da Lucio Fontana alla contemporaneità nelle ville della Brianza”, propone un tour all’insegna dell’arte, dal Novecento fino ai giorni nostri, percorrendo le strade del collezionismo brianteo, insieme alla scoperta di bellezze architettoniche del territorio come lo spettacolare Palazzo Borromeo di Cesano Maderno, la Villa Filippini di Besana in Brianza, la Villa Tittoni di Desio e la Villa Brivio di Nova Milanese.
Le opere, capolavori selezionati dalle raccolte private della provincia di Monza e Brianza, verranno esposte nelle varie sedi per nuclei omogenei, affiancando personalità forti e assai note e artisti da riscoprire, mettendo a confronto linguaggi, grammatiche e tendenze stilistiche. Il percorso partirà simbolicamente da Fontana per arrivare fino alla generazione di artisti formatisi negli anni Ottanta. Da Manzoni Dadamaino, da Bonalumi Castellani, da Tancredi Scanavino, da Uncini Crippa, da Colombo Grazia Varisco: un vero e proprio viaggio nella storia dell’arte italiana dagli anni Sessanta agli anni Novanta, alla scoperta dei gioielli nascosti delle collezioni private.
L’itinerario comprenderà anche il Museo di Arte Contemporanea di Lissone, rinomata sede museale del territorio, che per questa importante iniziativa ospiterà nelle proprie sale espositive una selezione di opere del progetto.

Le mostre potranno essere visitate come mostra “diffusa”, fruibile come unico percorso, ma anche per singole sedi. Per tutta la durata delle esposizioni saranno organizzati una serie di eventi collaterali che valorizzeranno ulteriormente le sedi coinvolte come luoghi di incontri culturali. Un racconto corale, tra arte e società, culturale ma anche umanissimo, per scoprire una Brianza fuori dai luoghi comuni.
Il progetto “Tracce di contemporaneo. Collezioni di Arte italiana da Lucio Fontana alla contemporaneità nelle ville della Brianza”, è stata realizzato in collaborazione con i Comuni di Nova Milanese, Cesano Maderno, Desio e Lissone.
Informazioni
www.traccedicontemporaneo.it
Biglietto cumulativo: 12,00 euro per tutte le sedi (utilizzabile in più giorni)
Biglietto singolo: 5,00 euro
SEDI E ORARI DELLE MOSTRE
Villa Filippini, Besana in Brianza  28 giugno – 6 settembre 2015
Besana Brianza Villa FilippiniAttuale sede della Biblioteca, Villa Filippini è il maggior esempio di villa neoclassica del territorio besanese. Edificata da I. Prinetti a inizio ‘800 consta di un edificio con pianta a “U” che si apre da un lato sulla via principale del centro storico di Besana in Brianza, con le estremità delle ali che cadono proprio sul filo stradale, dall’altro si affaccia su un notevole parco con interessanti essenze arboree, e due corpi minori (padiglione e serra) in stile. I moduli neoclassici sono qui applicati in modo abbastanza sobrio, sia sul cortiletto d’onore sia sulla facciata posteriore. La villa è stata oggetto di un profondo restauro da parte del Comune di Besana, che ne è il proprietario. Nel parco retrostante la villa, aperto al pubblico, si possono ammirare alberi secolari e dodici sculture in bronzo e resina del maestro Aligi Sassu.
La sede di Besana prevede una selezione di lavori di artisti nati tra la fine degli anni Quaranta e il 1960. Personalità molto diverse ed eterogenee che hanno condiviso la scena artistica degli anni Novanta per poi prendere strade differenti. La più contemporanea delle sedi del progetto si ferma proprio a questo nucleo di artisti attivi ancora ai nostri giorni, assai presenti nelle collezioni del territorio.
  • Villa Filippini, Besana in Brianza, Via Viarana, 14
  • Date: 28 giugno – 6 settembre 2015 (chiusa dal 10 al 23 agosto)
  • Giorni e orari di apertura: mercoledì, sabato 10.00-12.00 / 15.00-18.00, domenica 10.00-12.30 / 15.00- 18.00; Aperture serali: 1, 2, 3, 4, 10 e 17 luglio 20.00-22.00

 

Museo di Arte Contemporanea, Lissone 4 luglio – 20 settembre 2015

Lissone Museo di Arte ContemporaneaIl Museo d’arte contemporanea di Lissone ospita un ampio nucleo di opere derivanti dalla straordinaria avventura del Premio Lissone storico (1946-1967). Da quell’attività è nata la Raccolta storica del Museo, che vede opere di Emilo Vedova, Piero Dorazio, Mauro Reggiani, Ennio Morlotti, Karel Appel, Antoni Tàpies, François Dufrêne, Mario Schifano, Gerard Schneider, solo per citarne alcuni. Fanno inoltre parte del patrimonio museale una sezione di opere dell’artista lissonese Gino Meloni e una sezione di opere di recente acquisizione. Dal 2002 l’Amministrazione Comunale ha ripreso l’organizzazione del Premio Lissone, concorso internazionale rivolto ai giovani artisti, dal 2006 a cadenza biennale con il Premio Lissone Design.
Ai due premi si affianca l’organizzazione di grandi mostre temporanee, di progetti di didattica museale rivolti alle scuole, alle famiglie e agli adulti, corsi serali di storia dell’arte e di design, conferenze, eventi e concerti.
Milano, 1959: un gruppo di artisti anima la scena culturale cittadina riunendosi intorno alla galleria Azimut e alla rivista Azimuth, fondata da Piero Manzoni, Enrico Castellani e Agostino Bonalumi. La selezione delle opere esposte a Lissone insiste sul clima di quegli anni, con una piccola ma preziosa serie di capolavori di Lucio Fontana, Piero Manzoni, Enrico Castellani, Agostino Bonalumi, Dadamaino e Vincenzo Agnetti.
  • Museo di Arte Contemporanea, Lissone, Viale Padania, 6
  • Date: 4 luglio – 20 settembre 2015 (chiusa dal 10 al 23 agosto)
  • Giorni e orari di apertura: mercoledì 10.00-13.00, giovedì 16.00-23.00, venerdì 10.00-13.00, sabato e domenica 10.00- 12.00 / 15.00-19.00
  • Eventi speciali: 16 luglio visita guidata gratuita ore 21.00, 18 luglio inaugurazione del seconda fase del Premio Lissone ore 18,30 con ingresso gratuito, 30 luglio dalle ore 18.00 visite guidate gratuite alle mostre in corso e concerto alle ore 19.00, 17 settembre visita guidata gratuita ore 21.00.

 

Palazzo Borromeo, Cesano Maderno 11 luglio – 4 ottobre 2015

Cesano Maderno Palazzo Arese BorromeoPalazzo Arese Borromeo sorge per volontà di Bartolomeo III Arese (1610-1674), il quale proseguì, concretizzandolo, il progetto del padre Giulio I. Questi sentì l’esigenza di sancire l’importanza degli Arese con la costruzione di un edificio degno del potere e della ricchezza della famiglia e dal 1626 iniziarono i lavori.
La facciata del Palazzo è estremamente semplice e rigorosa, interamente intonacata di bianco. Gli elementiche la caratterizzano sono: il portale in bugnato sovrastato da un balcone in ferro battuto con ampio disegno tipicamente barocco, lo zoccolo in mattoni, nessuna cornice a contorno delle finestre rettangolari, il tetto con andamento articolato a più livelli. Pur essendo di piena epoca barocca, lo straordinario rigore e semplicità dell’architettura esterna sono frutto di una scelta precisa e voluta. La Loggia, al primo piano del lato est del cortile, evidenzia la volontà di mantenere uno stretto legame con lo spazio circostante e la natura, trasmettendo un senso delle proporzioni e dei rapporti armonici che è più rinascimentale che barocco.
Nel 1987 divennero proprietà comunale sia l’edificio che il parco. Dagli anni ’90 è stato avviato un piano di recupero del complesso con l’obiettivo di riuso per finalità sociali e culturali.
La sede di Cesano ospiterà un importante numero di opere, divise per linguaggi e affinità stilistiche. Le sezioni principali indagheranno alcune delle tendenze artistiche più apprezzate dai collezionisti del territorio. Saranno esposti importanti capolavori firmati dagli artisti del movimento spazialista e di quello nucleare: Fontana, Crippa, Dova, Joe Colombo e molti altri. Si indagherà poi la pittura analitica degli anni Settanta con opere di artisti quali Griffa, Aricò e Pinelli e si renderà omaggio al gruppo del Cenobio molto attivo nella Milano degli anni Sessanta. Dialogheranno con le splendide sale affrescate della villa anche opere di altri artisti molto presenti nelle raccolte prese in esame: da Schifano a Gilardi.
  • Palazzo Arese Borromeo, Cesano Maderno, Via Borromeo, 41
  • Date: 11 luglio – 4 ottobre 2015 (chiusa per tutto il mese di agosto)
  • Giorni e orari di apertura: da giovedì a domenica 10.00-18.00
  • Ogni domenica visite guidate nei seguenti orari : 11.00 – 15.30 – 16.00 – 16.30 – 17.00
  • Aperture serali: 10 – 18 e 24 luglio 20.30-24.00
Villa Tittoni, Desio 11 luglio – 30 agosto 2015
Desio Villa Cusani Tittoni TraversiLa villa presenta un impianto ad U, costituito dal corpo principale, a nord del quale si innestano le basse ali laterali ai lati del cortile d’onore. Due cortili minori sono nascosti dietro ognuna delle ali laterali, mentre il cortile maggiore è chiuso a nord da un’elaborata cancellata in ghisa tra colonne coronate da statue, oltre la quale si apre una piazza pubblica ad esedra. I prospetti della villa sono articolati da un ordine gigante di lesene dai capitelli corinzi, le quali interessano i piani primo e secondo, mentre il piano terra funge da basamento e ospita arcate su pilastri, in gran parte cieche. Gli interni, tutti caratterizzati da splendidi pavimenti a mosaico, riflettono il gusto eclettico tipicamente ottocentesco, dal momento che agli ambienti dall’aspetto neoclassico, se ne affiancano uno neogotico, e uno neo-rococò. Nel 1977 la Villa è stata acquistata dal Comune di Desio.
Intorno a un nucleo di opere di Agostino Bonalumi – in un vero e proprio omaggio all’artista recentemente scomparso – saranno esposte opere dei movimenti e dei linguaggi legati alla percezione e all’arte programmata: da Munari agli esponenti del gruppo T fino ad artisti che hanno costruito il proprio percorso sul concetto di processo creativo e sperimentazione percettiva, come Antonio Scaccabarozzi.
  • Villa Tittoni, Desio, Via Giovanni Maria Lampugnani 62
  • Date: 11 luglio – 30 agosto 2015 (chiusa dal 14 al 16 agosto)
  • Giorni e orari di apertura: per il mese di luglio da martedì a domenica 15.00-18.00, per il mese di agosto da venerdì a
  • domenica 15.00-18.00
Villa Brivio, Nova Milanese 12 luglio – 30 agosto 2015
Nova Milanese Villa BrivioDalle più antiche tracce, i censimenti cinquecenteschi, risulta di proprietà della nobile famiglia Brivio. Alla fine del Settecento iniziano i lavori di ampliamento che conferiscono alla villa un aspetto simile all’odierno: la pianta a U è infatti riconducibile alla tipologia classica delle ville nobiliari brianzole di quell’epoca. All’inizio dell’Ottocento la villa passa alla nobile famiglia Vertua-Prinetti e attorno al 1820 l’edificio subisce un altro ampliamento che gli fa assumere definitivamente l’aspetto attuale.
L’Amministrazione Comunale, ha acquistato la Villa Brivio negli anni ’90 per destinarla alle attività artistiche culturali.
Villa Brivio ospiterà una serie di capolavori di area informale, caratterizzati da artisti che usano segno, gesto, materia come loro alfabeto creativo: da Tancredi a Burri, fino a Chighine e Capogrossi.
  • Villa Brivio, Nova Milanese, Via Giussani, 9 
  • Date: 12 luglio – 30 agosto (chiusa dal 10 al 23 agosto)
  • Giorni e orari di apertura: da martedì a sabato 9.00-18.00, domenica 9.30-12.30 / 15.00-18.0
Print Friendly, PDF & Email