Musica, Concerti, Spettacoli News

Tomelleri, benefico jazz al Manzoni di Monza

Studio Associato MSC - Treviso

Paolo TomelleriIl maestro Paolo Tomelleri torna a Monza, dopo il successo dello scorso anno al Teatro Villoresi, e per lui si aprono le porte del più prestigioso e capiente Teatro Manzoni. ‘Swing Craze’ è il titolo del concerto, in programma venerdì 18 marzo con inizio alle ore 21, organizzato dal Lions Club International, attraverso l’operato di molti Club di Monza e Brianza.

Il Maestro Paolo Tomelleri e la sua Big Band di 20 elementi saranno protagonisti di un’importante serata musicale, uno spettacolo unico che ci riporterà agli anni della ‘Swing Era’, o meglio, della ‘Swing Craze’, la ‘follia per lo swing’, a quelli che furono gli anni d’oro delle big band jazzistiche. Ritmo, coinvolgente, orecchiabile, apprezzato, non solo agli intenditori, ma al grande pubblico degli amanti della buona musica.

Il ricavato dalla vendita dei biglietti per questo evento, promosso in particolare dai Lions Club della quinta circoscrizione Monza Brianza, sarà interamente devoluto a favore del Progetto SLAncio e del Centro Maria Letizia Verga.

Il primo è un programma di solidarietà promosso dalla Cooperativa La Meridiana per sostenere una casa di cura per persone in stato vegetativo o colpite da malattie neurologiche e neuromuscolari invalidanti come la SLA, le distrofie o la sclerosi multipla. La struttura, come noto, sorge a Monza, nell’area dell’ex Centro Sportivo Rondò dei Pini, adiacente all’RSA San Pietro, già da anni in gestione alla stessa ooperativa.

Il Centro Maria Letizia Verga, per lo studio e la cura della leucemia del bambino, è un progetto promosso dall’omonimo comitato, con una struttura di riferimento nazionale ed internazionale collocata a Monza. Nato per volontà di privati, è frutto di una straordinaria catena di solidarietà, che ha coinvolto innumerevoli donatori. La nuova struttura, grazie ad un modello gestionale e organizzativo decisamente inconsueto per il nostro Servizio Sanitario Nazionale, è un vero e proprio ospedale pubblico, gestito privatamente e in piena autonomia dalla Fondazione Monza e Brianza per il Bambino e la sua Mamma, istituzione, a sua volta, riconducibile allo stesso comitato.

Paolo Tomelleri 2Nato da una famiglia appassionata di musica classica, Paolo Tomelleri, vicentino di nascita, ma da parecchi anni residente a Milano, si dedica, sin da giovane allo studio del clarinetto. Dopo il diploma al conservatorio, conseguito nel capoluogo lombardo nel 1957, entra in contatto con Bruno De Filippi e con Windy City Stompers. Polistrumentista e poliedrico, il maestro entra ne ‘I cavalieri’ ed insieme ad Enzo Jannacci, Luigi Tenco, Nando De Luca e Gianfranco Reverberi, partecipa a diverse produzioni di musica leggera per la Casa Ricordi, in particolare per Ornella Vanoni, Giorgio Gaber e Luigi Tenco.

Negli anni Sessanta collabora con i grandi della musica leggera, scrivendo arrangiamenti ed orchestrazioni per Adriano Celentano che, nel 1971, accompagna al Festival Sanremo con la canzone ‘Sotto le lenzuola’, suonando la chitarra e dirigendo l’orchestra.

In parallelo alla carriera di arrangiatore, autore e musicista di musica leggera, si afferma anche nel jazz, come sassofonista e clarinettista, suonando in tutto il mondo, al fianco di Tony Scott, Joe Venuti, Jimmy Mc Partland, Dick Cary, Ralph Sutton, Bill Coleman, Will Bill Davison, Clark Terry, Red Mitchell, Jimmy Woode, Phil Woods, Billy Butterfield e Bud Freeman. Conteso in tutti i festival europei, Paolo Tomelleri, autore del leggendario Tomnibook, suona molto spesso in Germania, Francia e Svizzera ed è docente di clarinetto e sassofono armonia e solfeggio, presso l’AFAM per i civici corsi di jazz di Milano e presso il Conservatorio di Como.

Enzo Mauri

Print Friendly, PDF & Email