Eventi Fuori Brianza

Sul Lago d’Iseo l’evento dell’anno: si cammina sulle acque

Studio Associato MSC - Treviso

Floating Piers

(foto Wolfgang Volz)

E’ sicuramente l’evento dell’anno in Italia e in Lombardia in particolare. Alle 7.45 di questa mattina è stato ufficialmente inaugurato The Floating Piers il nuovo progetto del grande artista di fama mondiale Christo, che per 16 giorni, dal 18 giugno fino al 3 luglio 2016, ridisegna il panorama del Lago d’Iseo e di Montisola.

70.000 metri quadri di tessuto giallo cangiante, sostenuti da un sistema modulare di pontili galleggianti formato da 200.000 cubi in polietilene ad alta densità, ancorati al fondo del lago con 170 pesi da 5 tonnellate ciascuno, compongono una installazione che si sviluppa a pelo d’acqua seguendo il movimento delle onde. L’opera ha una lunghezza di 4,5 chilometri totali. I visitatori possono fruire gratuitamente dell’opera percorrendo la sua intera lunghezza, che si sviluppa in circolo da Sulzano a Montisola e poi fino all’isola di San Paolo. Dalle montagne che circondano il lago si potrà avere uno sguardo “a volo d’uccello” su The Floating Piers osservandone angoli nascosti e prospettive inaspettate.

Christo, i disegni preparatori per The Floating Piers (New York, novembre 2015)

Christo, i disegni preparatori per The Floating Piers (New York, novembre 2015)

“In oltre cinquant’anni di attività con Jeanne-Claude abbiamo realizzato solo 22 delle 59 opere che abbiamo ideato, a causa delle difficoltà di ottenere i permessi. Per alcuni dei progetti incompiuti abbiamo perso interesse, altri invece ci sono rimasti nel cuore: The Floating Piers è uno di questi” dice l’artista che ricorda la moglie scomparsa da sei anni come se fosse ancora presente.

Christo, al secolo Christo Vladimirov Yavachev, parla di lei come se fosse ancora al suo fianco e il sodalizio artistico non si fosse mai interrotto alla fine del 2009, quando Jeanne-Claude è scomparsa improvvisamente per un aneurisma. Christo non si è dato per vinto, non ha abbandonato l’idea e ha continuato a battersi per realizzare le opere pensate con lei. L’ultima delle quali è stata inaugurata oggi sul Lago d’Iseo.

The Floating Piers è una passeggiata a pelo d’acqua, aperta al pubblico giorno e notte per tre settimane che cambia temporaneamente faccia al Lago d’Iseo. Stamattina erano già oltre 5000 sulle rive del lago ad attendere l’apertura e nei prossimi giorni si annunciano più di mezzo milione di persone.

L’idea di The Floating Piers nasce nel lontano 1970 e il primo tentativo fallito di realizzarla fu nel delta del Rio de la Plata, davanti a Buenos Aires. Il design era lo stesso, salvo prevedere la creazione di pontili fissi ricoperti di tessuto: allora non era ancora possibile renderli galleggianti, o comunque era tecnicamente molto difficile. Nel 1997 Christo e sua moglie ci hanno poi riprovato senza successo in Giappone, nella baia di Tokyo. Un paio di anni fa, mentre stata ritornando da Basilea all’artista è venuta l’idea di poter realizzare The Floating Piers in Italia, dove era già stato in passato realizzando tre installazioni: a Spoleto nel 1968, a Milano nel 1970 e a Roma nel 1973. Christo conosceva già il Lago d’Iseo e in incognito ha fatto una visita dalla quale è scaturita l’idea finale dell’installazione che oggi collega con un maga pontile Montisola,la più alta isola lacustre d’Europa, alla terra ferma

Lago d'Iseo con The Floating Piers di Christo e Jeanne-Claude

Lago d’Iseo con The Floating Piers di Christo e Jeanne-Claude

L’artista ha puntato molto sul fattore topografico che garantisce la possibilità di vedere l’installazione da diverse altezze. E la sua vicinanza a Milano e Venezia, che la rende facilmente raggiungibile anche dall’estero. L’opera, autofinanziata dalla vendita di opere preparatorie come quadri, disegni e schizzi, costa 15 milioni di euro.

Lo scenario è quello stupendo del Lago d’Iseo, una zona ricca di storia, cultura, bellezza e da sempre ponte verso l’Europa e il resto del mondo, nel cuore della Lombardia, la regione italiana con più siti UNESCO. A pochi chilometri i centri alpini della Valle Camonica e della Valtellina. Il Lago d’Iseo, o anche detto Sebino, rappresenta un piccolo gioiello del territorio italiano, circondato da una splendida cornice di monti e valli delle Province di Brescia e di Bergamo. Formato dal Fiume Oglio, con una superficie di oltre 65 km quadrati ospita gli isolotti di San Paolo e di Loreto e al suo centro spicca Monte Isola, l’isola lacustre abitata più grande d’Europa. Il Lago di Iseo, con i suoi bellissimi borghi, Iseo, Sulzano, Pisogne e Lovere, è il luogo scelto dall’artista Christo per realizzare il progetto The Floating Piers dal 18 giugno al 3 luglio 2016.

Il Lago d’Iseo ha inoltre una grande tradizione enogastronomica, Provare la cucina bresciana e bergamasca del lago significa assaporare sapori unici e scoprire un’offerta di prodotti d’eccellenza, genuini e del territorio. Tra più amati e ricercati troviamo l’olio DOP del Sebino famoso per le sue caratteristiche organolettiche e per la bassa acidità. Nei pregiati filari della vite di Franciacorta è intrisa una millenaria storia vitivinicola, dove nascono vini e bollicine dalle qualità note e riconosciute in tutto il mondo. Dalle acque dolci del lago proviene l’eccellenza del pescato sebino: la sardina, un agone affusolato dalle argentate squame che per tradizione è fatto essiccare naturalmente sotto i raggi del sole. L’ambiente montano che abbraccia l’intero sebino è terra di ridenti pascoli montani. I formaggi più noti sono il Silter, un formaggio DOP a pasta dura, il Casolet e la Rosa Camuna. Un’altra importante tipicità gastronomica è il salame di Montisola, un insaccato prodotto solo sull’isola preparato rispettando i rituali di lavorazione tramandati di generazione in generazione. In occasione del The Floating Piers è possibile assaporare alcuni dei prodotti tipici locali presso i punti ristoro allestiti per l’evento.

The Floating Piers a Sulzano Lago d'Iseo 3

The Floating Piers da Sulzano Lago d’Iseo

The Floating Piers sono completamente gratuiti e accessibili 24 ore al giorno, condizioni atmosferiche permettendo. Non è necessario acquistare alcun biglietto né effettuare prenotazioni. The Floating Piers sono un’estensione della strada.

Il Lago d’Iseo è a circa a 100 km da Milano e 200 km da Venezia. Ci sono molti modi per arrivare a The Floating Piers.

Riportiamo qui sotto una serie di utili indicazioni per raggiungere Sulzano. The Floating Piers non collabora con le varie organizzazioni e le pro loco forniscono le varie informazioni al solo scopo di agevolare le visite.

The Floating Piers sono accessibili ai disabili.

(a cura di Carlo Gaeta con la collaborazione di Elena Ravizza)

 


Come arrivare

In Auto

Ci sono svariate autostrade e altre strade che consentono di giungere in prossimità del progetto. Per trovare parcheggio potete utilizzare i link riportati qui sotto.

Da The Floating Piersnon non deriva alcun reddito dai servizi di parcheggio.

Nel corso del progetto saranno disponibili informazioni in tempo reale.

L’App di Floating Piers per trovare parcheggio

Parking Brescia Mobilità

 

In Treno

La sede del progetto può essere raggiunta con i treni di TRENORD. La società ha aumentato il numero dei treni giornalieri che collegano Sulzano per l’intera durata di The Floating Piers.

Trenord – The Floating Piers in treno

Trenord – Come si arriva

 

By Battello

È possibile vedere The Floating Piers e accedere a vari punti del Lago d’Iseo in battello. Per l’orario dei battelli del Lago d’Iseo e altre informazioni potete visitare il relativo sito web.

Navigazione Lago d’Iseo

Print Friendly, PDF & Email