Arte e Cultura

Seregno, Lino Brunelli tra Colore e Musica in sinestesia

Studio Associato MSC - Treviso

Lino Brunelli Inno alla Gioia Sinestesia 2014

Lino Brunelli “Inno alla Gioia” – Sinestesia 2014

In Galleria civica «Ezio Mariani» a Seregno in via Cavour 26 è in programma fino al 18 settembre «La sinestesia», personale di Lino Brunelli, pittore, scultore e scenografo, di fama internazionale.

Colore e Musica sono protagonisti della mostra che vede una cinquantina di opere risultato della ricerca pittorica di Brunelli intorno al concetto di «sinestesia», dal greco syn cioè unione e aisthesis sensazione, cioè al tentativo di percepire insieme il colore e la musica. Un percorso già esplorato da alcuni «grandi» della storia dell’arte, a partire da Vasilij Kandinski.

Le opere in mostra raccontano come Lino Brunelli si è «immerso» nella musica per trovare il «colore» delle note musicali. Studi che hanno dato vita ad una nuova tecnica espressiva elogiata da noti critici: Marina de Stasio, Mario de Marco, Roberto Sanesi, Giacomo Gava, Jeans Soudan e Ramon Casalè, importante autore di monografie di artisti quali Mirò e Gaudì.

“Lino Brunelli – dichiara l’assessore alla Cultura e grandi eventi Giacinto Mariani – è un artista  che si muove dentro e fuori l’astrattismo con un uso potente del colore, accompagnato dall’amore per la musica. È un artista conosciuto nel mondo, però, con salde radici venete, oggi adottato dalla Brianza».

Lino Brunelli Don_ChisciotteLino Brunelli, classe 1931, veronese, è stato scenografo all’Arena e al Teatro Romano di Verona e al Teatro Mozarteum di Salisburgo e ha insegnato scenografia teatrale per oltre un trentennio al Liceo Artistico e Accademia di Venezia. Brunelli vive e lavora a Verano Brianza. Ha fatto più di duecento mostre personali in Italia, Francia, Belgio, America, Australia e Nuova Zelanda. Nel 1974  il Museo della Scienza e della Tecnica di Milano e l’Arengario di Monza gli hanno dedicato un’antologia, dieci anni di lavoro1964-1974, mentre nel 1985, sempre il Museo «Leonardo da Vinci», ospita un’altra personale, «Dopo l’eclisse». Nel 2012 Verona, sua  città natale, allestisce presso i saloni del Palazzo della Gran Guardia una grande mostra antologica con le opere create dagli anni ’40 al 2012.

Le sue opere sono presenti in esposizioni pubbliche, collezioni private e Musei d’Arte Contemporanea in Italia, Francia, America, Russia, Giappone, Australia, Nuova Zelanda, Spagna e Svizzera. Dipinge grandi «murales» in mezzo mondo e per questa sua «gestione» di grandi spazi e rapidità di esecuzione dell’immagine espressiva è considerato da Maria Terea Ocaña, Directora del Museo «Picasso» di Barcelona, «il più significativo prosecutore contemporaneo della scuola picassiana in ltalia».

Nel 2001, a Barcellona, è tra i fondatori del «Michelangelo Lyceum de Arte – Istituto de Estudio de Artes Plasticas», mentre nel 2006 a Passy, in Francia, è stato nominato direttore artistico permanente della «Biennale International de Sculpture».

«La sinestesia: colore – musica» sarà inaugura sabato 3 settembre alle ore 17 con un dialogo tra il Maestro e la giornalista di «Class TV» Silvia Sgaravatti. 

Sabato 17 settembre, alle ore 17, nella sala conferenze «Monsignor Gandini» (via XXIV Maggio), Lino Brunelli terrà una conferenza sulla  «sinestesia».

La mostra, promossa dal Comune di Seregno in collaborazione con il circolo culturale «84 ENDAS» di Giussano e l’associazione «Arte San Marco» di Venezia, potrà essere visitata fino domenica 18 settembre nei seguenti orari: da lunedì a venerdì dalle 16 alle 20, sabato e domenica dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 20 (ingresso libero).

Informazioni: Ufficio Cultura (tel. 0362/263.541 – email: info.cultura@seregno.info) – Lino Brunelli (www.linobrunelli.com).

Print Friendly, PDF & Email