Ambiente, Green Event

Rifiuti, il CEM si allarga e incrementa l’EcuoSacco

Studio Associato MSC - Treviso

CEM Ambiente spazzatriceDal 1° gennaio il CEM Ambiente (Consorzio Est Milanese) amplia i suoi confini. Otto nuovi Comuni entrano nella Spa che ha la sua sede a Cavenago Brianza nella Cascina Sofia, nei pressi della discarica che fra gli anni Settanta e Novanta ha smaltito tonnellate di rifiuti di mezza Brianza. Il Consorzio fino ad oggi ha garantito i servizi ambientali in 51 comuni del Milanese, del Lodigiano, del Trezzese, del Vimercatese, di una fetta di Brianza con una popolazione di circa 600mila residenti.  Dal primo giorno del 2016 entrano a far parte di CEM i Comuni  di Cernusco Sul Naviglio, Casalmaiocco, Carpiano, Cerro al Lambro, Colturano, Dresano, San Zenone al Lambro e Vizzolo Predabissi, per un totale di altri 60.000 nuovi abitanti.

Non è un caso la scelta di portare i servizi ambientali, ovvero la gestione, la raccolta, lo smaltimento dei rifiuti, la pulizia delle strade in CEM. Tutte le amministrazioni hanno preso questa importante decisione in virtù degli ottimi risultati conseguiti dal Consorzio.

Lo scorso 22 dicembre, presenti una quarantina dei rappresentanti dei Comuni soci, è stato presentato e approvato il budget 2016 e il piano industriale 2016-2020. Relativamente ai costi, per il quinto anno consecutivo il bilancio è positivo, permettendo ai Comuni il contenimento della spesa,  aumentando gli sconti sulla raccolta dell’umido, di ingombranti e sulle terre di spazzamento ( pulizie strade). Un dato questo che è confermato dalla citazione, dai riconoscimenti conseguiti da decine di paesi soci del CEM, molti premiati fra i Comuni ricicloni.

Relativamente al piano industriale quinquennale,  fatto salvo il mantenimento del modello di gestione in atto, si prevede di minimizzare le tariffe pur mantenendo gli standard attuali;di ampliare la gestione di alcune attività dello spazzamento meccanico, il trasporto dalle piattaforme ecologiche, la raccolta ingombranti. Il tutto tenendo sempre ben presente il pareggio di bilancio. Ma il punto più importante è quello di portare l’EcuoSacco, ovvero lo smaltimento del secco ancor più mirato, in tutti i Comuni soci, per arrivare ad una raccolta differenziata dell’80%.

EcuoSacco è un progetto sperimentale che nasce con l’obiettivo di ridurre la quantità di rifiuti e introdurre una tariffa più equa, in modo tale da aiutare il cittadino ad essere ancora più consapevole. La sperimentazione riguarda la raccolta del secco: oltre la prima fornitura di ECUOsacchi, già adeguata al bisogno familiare per il quale é calcolata la tariffa TARI, l’utente paga in base a quanti altri ne utilizza. Il progetto ha coinvolto, per l’anno 2015, 9 Comuni Soci di CEM Ambiente per un totale di circa 61.000 cittadini (Bellusco, Cambiago, Camparada, Caponago, Carugate, Grezzago, Lesmo, Mezzago e Vaprio d’Adda). L’EcuoSacco da sabato prossimo sarà una realtà anche a Vimercate. http://www.cemambiente.it/ecuosacco/

Nelle scorse settimane sono stati distribuiti migliaia di sacchetti rossi, che dovrebbero migliorare la raccolta del secco. CEM Ambiente sta anche mobilitandosi per realizzare la Carta dei Servizi a tutela degli utenti. «Un Piano complesso e di lungo respiro – ha detto Virginio Pedrazzini  amministratore unico del Consorzio Est Milaneseche la nostra società presenta per la prima volta nella sua storia proprio in vista dei grandi cambiamenti in corso nelle strategie per il futuro, con un’idea di continuità sui punti fermi della tradizione di Cem. Ovvero: massimizzazione della raccolta differenziata e del recupero di materia; servizio completo, accurato, omogeneo sul territorio e di qualità; rispetto dell’ambiente e delle norme; economicità dei costi».

Pierfranco Redaelli

Print Friendly, PDF & Email