Ville, Dimore storiche

Reggia di Monza, nuova vita per il Tempietto dei Giardini Reali

VENUS_newClasseA

E’ certamente uno degli scorci più romantici e bucolici del Parco di Monza. Luogo per innamorati e tra i più immortalati in quadri e fotografie dei giardini reali. Purtroppo in questi ultimi anni preso di mira da vandali e writers di giornata, che l’hanno letteralmente martoriato. Stiamo parlando del Tempietto dei Giardini Reali, posto sulla collinetta ai limiti del laghetto. Per l’antico, grazioso, edificio il Consorzio Villa Reale e Parco di Monza ha avviato le procedure per il restauro conservativo.

Il Tempietto dei Giardini Reali rinasce

I lavori sono finanziati attraverso il primo pacchetto di interventi previsti nell’Accordo di Programma per la valorizzazione del complesso monumentale Villa Reale e Parco di Monza, siglato all’inizio dell’anno dagli Enti proprietari. Di ispirazione classica, il Tempietto si qualifica come elemento di rilievo nell’impianto ideato dall’architetto Giuseppe Piermarini, tra il 1778 e 1783 secondo lo stile paesaggistico all’inglese. Di forma circolare e con pronao rettangolare, il piccolo edificio costituisce un ideale luogo di sosta proprio grazie alla sua posizione rialzata sulla collinetta, al limite del laghetto. Così è diventato uno dei quadri di paesaggio dei giardini reali. Successivamente anche l’architetto Canonica si interessò della particolare costruzione, in occasione dei lavori di completamento dei giardini reali, quando fece ripristinare l’originale copertura in rame. 

Alla metà degli anni ’90, l’immobile è stato oggetto di interventi di manutenzione straordinaria a cura dell’amministrazione comunale monzese in accordo con la Soprintendenza che ha comportato il recupero parziale del manufatto riproponendo la colorazione odierna delle murature esterne. Nel 2015 è stato effettuato dal Consorzio Villa Reale e Parco di Monza un primo intervento per un trattamento di pulizia delle colonne del pronao.

Tempietto dei Giardini Reali, restauro per quasi 100mila euro

L’intervento è principalmente finalizzato alla valorizzazione dell’edificio attraverso interventi di manutenzione straordinaria consistenti nel restauro delle facciate esterne ed interne della copertura con ripristino delle colorazioni originarie. Saranno avviate delle operazioni di contenimento dell’umidità di risalita. Il costo dell’intervento di restauro conservativo è pari a 99.000 euro. I lavori saranno ultimati entro 180 giorni dall’avvio della cantierizzazione.

“Riqualificare uno degli elementi architettonici più conosciuti dei Giardini Reali è un’operazione di grande importanza simbolica – spiega Dario Allevi, Sindaco di Monza e Presidente del Consorzio Villa Reale – Vuol dire ricominciare a prendersi cura della bellezza, ma anche riprendere una battaglia di civiltà contro i vandalismi, che purtroppo non risparmiano neanche i monumenti. Quando i lavori saranno terminati mi aspetto la collaborazione di tutti per conservare pulito e in ordine questo luogo”.

“E’ un momento importante per la storia dei Giardini Reali, si avvia il restauro del Tempietto realizzato dall’architetto folignate Giuseppe Piermarini, divenuto nell’immaginario e nel tempo un simbolo. Siamo felici che questo intervento di restauro e valorizzazione sia il primo a partire tra gli altri numerosi programmati sui Giardini Reali all’interno dell’Accordo di programma di valorizzazione siglato dalle parti” dichiara Piero Addis il Direttore generale del Consorzio Villa Reale Parco di Monza.

Print Friendly, PDF & Email