News

Lissone: per i neo genitori c’è lo sportello ‘Icaro’

Brianza Acque

cicognaCon  la cicogna che porta l’atteso neonato ai  freschi papà e mamme il Comune di Lissone mette a disposizione un nuovo servizio che consente loro, in queste ore convulse di felicità, di guadagnare tempo, di evitare inutili code e di complicarsi la vita con la burocrazia.
La registrazione all’anagrafe, l’iscrizione al servizio sanitario, la scelta del pediatra e poi anche la richiesta del codice fiscale indispensabile per avere altri servizi si fanno in pochi minuti in ospedale subito dopo il parto.
E’ questa un’iniziativa che vede in primo piano la giunta del sindaco Concetta Monguzzi, che nell’ambito del Piano Territoriale degli Orari, finanziato dalla Regione attraverso il IV Bando politiche dei tempi e degli orari, ha deciso di aderire al network «Icaro»: un sistema informatico che mette in comunicazione l’ospedale, l’Asl, l’Agenzia delle Entrate e l’Ufficio Anagrafe del Comune, consentendo alle mamme e ai papà di completare in pochi minuti e con una sola operazione tutte le pratiche burocratiche connesse alla nascita di un figlio, direttamente nei tre giorni canonici di ricovero post parto.
A svolgere questo servizio è un apposito sportello aperto presso la ginecologia degli ospedali di Monza, Carate e Desio, dove appunto si registrano il maggior numero di nascite di neo lissonesi. Il servizio è operativo anche in altri ospedali della Regione, dove è presente lo sportello Icaro. Anche in questo caso un addetto registra l’atto di dichiarazione di nascita trasmettendolo al Comune di Lissone, richiede la creazione del codice fiscale per il nuovo nato e lo iscrive al Servizio Sanitario Nazionale, permettendo ai genitori di scegliere immediatamente il medico pediatra di base per il loro bambino. Tutto questo in dieci minuti con un notevole risparmio di tempo per i genitori e un esempio di semplificazione e digitalizzazione. Per saperne  di più rivolgersi all’Ufficio anagrafe in Municipio di Lissone e anche negli ospedali dove prevedono di recarsi per il parto.
Print Friendly, PDF & Email