Motori News

Monza, la scuola dei meccanici da corsa riparte a dicembre

Studio Associato MSC - Treviso

Meccanici da Corsa Peo

A Monza si diventa meccanici da corsa: qui nel ruolo d’insegnante l’ex pilota Peo Consonni

Cinquanta studenti, allievi della Motorsport Technical School, hanno ricevuto gli attestati di partecipazione ai corsi frequentati nell’ultimo “anno accademico” all’Autodromo di Monza, nella Sala Regione Lombardia, in occasione del week-end di gare con il campionato International GT Open.

Un giorno di festa per gli ormai ex studenti, diventati meccanici da corsa, e per le loro famiglie, arrivate da tutta Italia, che hanno, così, avuto modo di sperimentare per la prima volta l’atmosfera vibrante del motorsport, grazie alla preziosa collaborazione tra MTS, Confartigianato ed Autodromo Nazionale Monza.

Il pilota McLaren International GT Open Alvaro Parente, l’ex campione delle Superbike Fabrizio Pirovano ed il Direttore Operations dell’Autodromo di Monza Umberto Andreoletti hanno premiato, sotto la regia di Paolo Ciccarone di Radio Monte, i neo meccanici da corsa ed i futuri ingegneri di pista. Attestato anche per una “meccanica”, non presente in sala a Monza, come altri giovani impegnati già con il lavoro.

Eugenia Capanna con Peo Consonni

Eugenia Capanna, direttrice della scuola MTS, con Peo Consonni

“Sono molto orgogliosa del lavoro che da quattro anni – spiega Eugenia Capanna, direttrice di MTSstiamo facendo con i ragazzi. Uno dei nostri ex allievi è stato assunto recentemente da un team di Formula 1 e questo rappresenta la prova che il talento, supportato dalle giuste competenze tecniche, può portare molto lontano. I risultati sono tangibili. La percentuale di nostri ragazzi, che dopo il diploma, riesce a trovare un impiego nel motorsport, supera infatti il 50 per cento ed è in continua crescita. Gli allievi riescono a fare di un sogno, un mestiere. Credo che non ci sia nulla di più gratificante per un giovane in cerca di lavoro”.

Motorsport Technical School, la scuola per professionisti del mondo racing, meccanici auto e moto da corsa ed ingegneri di pista, chiude così un fortunato quadriennio di corsi, guardando già alla prossima stagione con i nuovi iscritti (massimo 20 per percorso), che inizieranno le lezioni a dicembre, dopo aver superato il test d’ingresso.

Da qualche anno anche l’Italia ha la sua scuola per meccanici da corsa, che nasce dall’intuizione di Eugenia Capanna, ex pilota e Team Manager nel Motorsport, con l’attiva collaborazione di Confartigianato nel ruolo di socio. L’idea scaturisce da anni di esperienza nel mondo del Motorsport e dalla necessità, da parte delle squadre da corsa, di poter contare su meccanici altamente specializzati.

MTS è il primo ed unico corso di Formazione Tecnica Superiore nel mondo delle auto e moto da corsa. La scuola offre un’esperienza di ‘training on the job’ presso team di fama nazionale ed internazionale, coniugando teoria e pratica nelle officine, e rilascia una certificazione unica da parte di soggetti leader nei rispettivi settori.

L’istituto ha l’obiettivo di formare e specializzare meccanici da competizione con lezioni teoriche ed attività pratica su moto ed auto da corsa, sia a ruote scoperte (Formula) che a ruote coperte (GT – Turismo). Il corso ha una durata di 160 ore articolate in più week-end, nei giorni di venerdì e sabato, da novembre a marzo e si svolge in aula, officina e in circuito.

I corsi trattano gli aspetti tecnici, metodologici e pratici del lavoro di un meccanico da competizione, con particolare riferimento alle parti meccaniche delle moto ed auto da corsa e alle dinamiche migliorative delle performance, quali l’assetto, l’aerodinamica e la telemetria. Durante le lezioni intervengono autorevoli rappresentanti di Motorsport e sono previste visite ad aziende di riferimento nel settore. Al corso segue una stagione agonistica di tirocinio presso importanti team internazionali.

La scuola, ospita annualmente un massimo di 20 partecipanti ed è rivolta:

  • agli studenti di scuole superiori con indirizzo meccanico
  • ai meccanici che vogliano avvicinarsi al mondo delle corse
  • ai team che decidono di investire sulla formazione del proprio personale

… e naturalmente agli appassionati!

Uno degli insegnanti più noti, oltre all’ex capomeccanico di Michael Schumacher, è il monzese Peo Consonni, ex pilota automobilistico, campione italiano di F.2000 nel 1980 e protagonista di diverse Parigi-Dakar con i camion dell’assistenza motociclistica.

Da 15 anni l’istruttore brianzolo, oltre all’attività nella sua officina a Muggiò, dedica, infatti, gran parte del suo tempo a trasferire ai giovani l’amore per i motori. Lo fa in alcuni istituti di formazione professionale e alla Motorsport Technical School, la scuola, promossa da Confartigianato presso l’Autodromo di Monza, di alta formazione professionale per meccanici di auto e moto da corsa e per ingegneri di pista, la prima in Italia dedicata agli specialisti dei motori.

“Quando sono in aula – spiega Consonni – è come se stessi costruendo una macchina di Formula . Mi sento felice di far contenti  i ragazzi che vogliono scoprire questo mio mestiere.  E’ uno scambio alla pari. Loro imparano da me ed io apprendo tante cose da loro. Sono un po’ il loro padre adottivo. Orgoglioso di quello che faccio, ma non mi monto la testa perché so che solo l’umiltà è l’unità di misura dell’intelligenza. Procedo con sudore e sacrifici per dare un obiettivo importante alle nuove generazioni, spesso fragili, disorientate e bisognose di qualcuno che dia loro lezioni di fiducia e di vita.
Un artigiano, come me, deve trasmettere i segreti del mestiere ai giovani. Se uno si tiene strette, tutte per sé, competenze e professionalità, non può certamente trarre soddisfazione nel fare questo lavoro’’.

Enzo Mauri

Print Friendly, PDF & Email