News

Ristorazione scolastica, a Lecco riunito il Circolo di Qualità

Brianza Acque

Per monitorare la ristorazione scolastica a Lecco al lavoro il Circolo di Qualità

Per monitorare la ristorazione scolastica a Lecco al lavoro il Circolo di Qualità

Per tenere sotto controllo la ristorazione scolastica si riunisce per la prima volta nel corso dell’anno scolastico 2015/2016, mercoledì 16 dicembre presso il Municipio di Lecco, il nuovo Circolo di Qualità, nato per monitorare, valorizzare e migliorare continuamente il servizio, attraverso un’azione di raccordo con le Istituzioni scolastiche e con le Commissioni mensa costituite nei vari plessi dai genitori. Questo organismo, regolamentato con un apposito documento normativo disponibile sul sito istituzionale del Comune, serve ad assicurare inoltre  la massima trasparenza nella gestione del servizio e promuove una corretta alimentazione basata su un modello alimentare vario e equilibrato nei suoi componenti.

Il Circolo di Qualità valuta i menù e propone eventuali migliorie, osserva la qualità, le quantità e le modalità di erogazione dei pasti, prende in considerazione le risultanze elaborate dai genitori, sulla base anche di quanto rilevato dai genitori assaggiatori e definisce le modalità di gestione di eventuali anomalie e criticità. Alla base, la convinzione che una corretta alimentazione sia fondamentale per assicurare un buono stato di salute e sia pertanto un obiettivo irrinunciabile della ristorazione scolastica.

Del nuovo Circolo di Qualità, presieduto dall’assessore  all’istruzione del Comune di Lecco Salvatore Rizzolino e composto dai consiglieri comunali Gianluca Corti, Elena Villa e Giovanni Colombo, individuati dai capigruppo consiliari e designati dalla Giunta comunale, fanno parte i dirigenti scolastici degli istituti comprensivi, i rappresentanti dei genitori degli alunni che utilizzano il servizio, uno per ogni ordine di scuola, nominati da ogni istituto comprensivo, un rappresentante degli insegnanti per istituto comprensivo, Simone Vinciprova, rappresentante del concessionario gestore del servizio di ristorazione scolastica Gemeaz Elior, un funzionario del servizio comunale competente in materia, che con il decreto è stato identificato nella figura del direttore del settore educazione, cultura e sport  Giovanna Esposito e, infine, da un tecnologo alimentare individuato della società incaricata dal Comune di Lecco del controllo e della verifica della qualità del servizio di ristorazione scolastica, compito affidato, con una gara aggiudicata alla fine del mese di novembre, alla FQC snc di Grassi Alberto e Bolazzi Andrea di Saronno.

“Il servizio di ristorazione scolastica, con il nuovo appalto in essere dal 1 luglio 2014 e fino al 30 giugno 2017, ha saputo offrire tariffe più vantaggiose, grazie a buoni pasto che applicano il nuovo sistema tariffario personalizzato in funzione del reddito di ogni singolo nucleo famigliare, con costi che vanno da 1,60 a 4,68 euro per un pasto che comprende primo, secondo, contorno, pane, frutta e la merenda per i bambini che frequentano la scuola dell’infanzia – spiega l’assessore all’istruzione Salvatore Rizzolino –. La riconferma delle iscrizioni al servizio dimostra l’utilità e la bontà dello stesso, stante la necessità di non abbassare mai la guardia e di continuare, soprattutto attraverso lo strumento del Circolo di Qualità, sul fronte del controllo, per migliorare sempre di più gli standard di un servizio largamente utilizzato dai nostri studenti”.

Print Friendly, PDF & Email