Arte e Cultura News

Meda: Oasi 2, introspezioni davanti a una sedia

Studio Associato MSC - Treviso

"In cammino da vent'anni...in piedi davanti a una sedia" - Coop. Oasi 2 e Franco Minotti - Foto di Elizabeth Gaeta

“In cammino da vent’anni…in piedi davanti a una sedia” – Coop. Oasi 2 e Franco Minotti – Foto di Elizabeth Gaeta

La cooperativa Oasi 2 di Barlassina ha inaugurato il 7 maggio a Meda, nella Sala Civica Radio di Meda, la mostra “IN CAMMINO DA VENT’ANNI…in piedi davanti a una sedia”, visitabile fino al 15 maggio che presenta l’installazione “sedie inutili”, nata da un’idea dello scultore e arteterapeuta Carlo Guzzi in collaborazione con l’artista medese Franco Minotti, e tutti i lavori artistici realizzati all’interno delle attività nei laboratori durante i suoi oltre 20 anni di vita spaziando tra: pittura, decorazione della porcellana, mosaico, pittura su stoffa, modellismo, lavorazione della creta patchwork, scultura, decorazione, falegnameria, sbalzo su rame, collage grafico-ambientale, riciclo, fotografia e tecniche teatrali.

Il progetto ha l’obiettivo di porre lo spettatore di fronte ad un grande e potente concetto, incarnandolo in un oggetto di uso comune, la sedia, che ha però un utilizzo ed un’utilità dalle molteplici possibilità.

La sedia rappresenta nel pensiero comune un luogo in cui riposarsi, in cui rilassarsi ma, dopo un primo ed istintivo pensiero, si ricorda che per alcuni è anche un mezzo attraverso il quale scoprire, viaggiare, vivere e sperimentare.

Sedia realizzata da Fulvia Gravina - ex educatrice Oasi 2 - Foto di Elizabeth Gaeta

Sedia realizzata da Fulvia Gravina – ex educatrice Oasi 2 – Foto di Elizabeth Gaeta

La sedia assume, quindi, il senso di vita e di conoscenza, staccandosi dalla sola utilità fisica e approdando in una utilità più ampia, in una gratificazione dell’animo, ponendosi e ponendo l’uomo davanti al mondo, di fronte ad altri uomini, infrangendo le comode e costruite barriere che etichettano e dividono, aprendo così i confini tra mondi che solo appaiono diversi, fondendoli in un’unica esperienza.

Quaranta artisti hanno dato vita ad oggetti inanimati, sedie donate dagli artigiani medesi, rendendoli unici e dinamici.

L’esposizione pone al centro il concetto del rapporto con gli altri ed è una grande occasione per entrare in autentica connessione con il mondo racchiuso all’interno di ogni persona, aldilà di ogni apparente limite e distanza.

La cooperativa Oasi 2 gestisce un centro socio educativo (CSE) dal 30 settembre 2008, prima Servizio di Formazione all’Autonomia dal 1995. Il servizio accoglie persone portatrici di una disabilità intellettiva e/o fisica di livello media, che non presentano disturbi psicopatologia rilvanti e che hanno compiuto il quindicesimo anno di età. Ha la finalità di garantire un processo formativo che permetta il raggiungimento di una bita il più possibile autonoma ed integrata. È finalizzato all’acquisizione e al potenziamento dell’autonomia personale e sociale, alla crescita globale della persona e al suo accompagnamento nel prpgetto di vita adulta.

[…] Riteniamo fondamentale che ogni individuo abbia la possibilità di sviluppare il proprio potenziale e le proprie risorse per raggiungere un livello di vita il più possibile gratificante.

Oasi 2 si propone come obiettivo fondamentale la promozione della realizzazione esistenziale del benessere emozionale della persona, attraverso lo sviluppo dell’autonomia e l’integrazione sociale. I principi guida sono quindi lo sviluppo del massimo livello di autonomia, affinché la persona svantaggiata possa condurre un’esistenza il più possibile indipendente e normale, e il raccordo con il territorio, per favorire la sua partecipazione e coinvolgimento nella collettività. [Carta dei Servizi]

Elizabeth Gaeta

Sala Civica Radio di Meda - Foto di Elizabeth Gaeta

Sala Civica Radio di Meda – Foto di Elizabeth Gaeta

Orari

sabato e domenica 10.00-12.30 e 16.00-19.00

Giorni feriali 10.00 – 12.00

Aperture serali:

mer/giov/ven 20.00 – 22.00

Per Gruppi 0362.566712

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email