Vetrina

Malasanità e tutela del malato: a chi rivolgersi in Brianza

Studio Associato MSC - Treviso

Una criticità che riguarda purtroppo una fetta larghissima di popolazione. Si parla di malasanità con tutto ciò che questo concetto comporta, quindi di necessità di tutela del malato e di eventuali risarcimenti da richiedere.
Sono tante le segnalazioni, ogni anno, in Italia, relativi a casi di malasanità: tanti cittadini che denunciano di essere vittime di errori medici e danni sanitari dovuti a negligenze di vario genere. Spesso il cittadino sceglie di non denunciare neanche quanto accaduto, forse perché non troppo ottimista circa le reali opportunità di avere giustizia.
Tuttavia le possibilità ci sono ed in casi di negligenze quali quelle sopra elencate non ci si deve arrendere; ottenere giustizia è possibile soprattutto con il supporto di realtà che si occupano del tema. Perché in casi di malasanità ed affini la prima cosa che occorre fare è rivolgersi ad un legale.

Risarcimento danni malasanità a Monza e Brianza

Tutto quello che la vittima del caso di malasanità deve fare è mettere da parte il materiale che ha a disposizione e portarlo ad un legale specializzato nei casi di malasanità. Si parla di un comparto piuttosto complesso, per il quale è richiesta una conoscenza specifica degli argomenti medici legali.
Per i casi di danni da malasanità in Brianza e richieste di risarcimento, da segnalare la realtà di Risarcimento Salute Tutela del Malato che opera a Monza e Brianza, territorio dal quale arrivano diverse segnalazioni per casi di malasanità.
Ad occuparsi del tema sul territorio l’avvocato di riferimento Andrea Scaccabarozzi, attivo a Milano,Monza e a Brugherio in Via Vittorio Veneto ed il Dott. Daniele Viola. Inoltre Risarcimento Salute ha la sede centrale a Milano, in Viale Corsica 91. È possibile richiedere una prima consulenza senza impegno.

I casi di malasanità più comuni

La realtà di cui sopra segue da anni casi disparati, anche pratiche di risarcimento amianto per i lavoratori esposti all’asbesto che hanno contratto tumori al polmone o mesotelioma, a Milano e Monza  Brianza, avendo lavorato nelle Ferrovie dello Stato in qualità di ferrovieri, in Marina, nei Vigili del Fuoco o in aziende private.
Quello dell’amianto è uno dei problemi più avvertiti per quanto riguardo richieste risarcimento malasanità. Ma ci sono poi tutti i casi di errori medici e negligenze in corsia, non così rare come si possa pensare e sulle quali la legge ha di recente acceso un focus cambiando le carte in tavola.
Dal 2017 per la precisione, la nuova normativa in materia di “sicurezza delle cure e della persona assistita nonchè in materia di responsabilità professionali degli esercenti le professioni sanitarie” ha voluto mettere al centro di tutto la sicurezza per le cure del paziente
Diritto del paziente alla sicurezza delle cure ma anche maggiore responsabilità dei medici oltre che delle strutture sanitarie: ecco perché in caso di danno subìto non ci si deve arrendere ma si può sperare di ottenere il giusto risarcimento.

Print Friendly, PDF & Email