Motori News

La Superbike ritorna a Monza, ma la pista va omologata

Studio Associato MSC - Treviso

Mondiale sbkLa notizia era nell’aria, ma adesso è ufficiale: l’Autodromo di Monza è stato inserito, come una delle quattordici tappe del calendario provvisorio del Campionato Mondiale Superbike, che prenderà ufficialmente il via nel weekend del 27 e 28 febbraio in Australia, sul circuito di Philip Island. L’annuncio si è avuto giovedì mattina, ad opera della Dorna Sports, la società che organizza le stagioni mondiali della MotoGp ed appunto della SBK.

L’inserimento è avvenuto, posizionando a fianco della dizione ‘10 – Italy – Autodromo Nazionale di Monza – 23-24 July’ un asterisco, che fa riferimento alla necessaria omologazione della pista da parte della Federazione Internazionale Motociclistica.

La cosa non è certo una novità per gli sportivi delle due ruote ma soprattutto per i nuovi dirigenti della SIAS, che già quest’anno si sono dati da fare per incontrare in loco i responsabili internazionali della sicurezza e discutere con loro e con altri esperti le modifiche da apportare per avere il definitivo ok.

Il problema principale era il reinserimento nel calendario della classica gara monzese, dopo due anni di forzata latitanza, vista la presenza, da tempo ufficializzata, di altre due prove in Italia, ad Imola all’Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari ed a Misano Adriatico sul circuito dedicato a Marco Simoncelli, dopo la sua tragica morte a Sepang. Lo scoglio è stato brillantemente superato dalla Dorna, particolarmente affezionata, sia per questioni d’immagine che di affluenza di pubblico e di sponsor, all’impianto brianzolo,  portando a tre le prove iridate nazionali.

SuperbikeA Monza si dovrebbe disputare quindi la decima tappa del mondiale SBK, nel weekend del 23 e 24 luglio, una data non proprio stupenda, considerando il periodo di ferie e di vacanze per gli italiani, ma più che accettabile, viste come si erano messe le cose negli ultimi tempi.

Ora c’è solo da rivoltarsi le maniche e buttarsi a capofitto sul progetto, trovando nuove idee e piani di fattibilità non troppo invasivi, soprattutto in termini ecologici. I lavori dovranno durare al massimo un paio di mesi e non dovranno in nessun modo mettere a repentaglio il gradimento dei piloti di F.1 per il tracciato e le misure di sicurezza.

Ricordiamo che proprio un anno fa la Sias aveva commissionato a Jarno Zafelli, progettista di fiducia della Dorna, uno studio preliminare per adeguare il tracciato alle esigenze di sicurezza delle due ruote. Erano così nate le idee di un taglio della prima variante e del Curvone con un tratto di raccordo nei pressi della sopraelevata, vicina all’imbocco della ‘Pista Junior’,  per giungere direttamente alla variante della Roggia e di nuove vie di fuga nelle due curve di Lesmo ed alla variante Ascari.

Il prevedibile ostacolo delle autorizzazioni necessarie, soprattutto per il taglio di alcuni alberi nella parte boschiva, sarà affrontato subito all’inizio del nuovo anno e vedrà seduti al classico tavolo delle riunioni i rappresentanti dei Comuni di Monza e di Milano, della Regione Lombardia, della Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici competente, del  Consorzio Villa Reale e Parco di Monza e del Consorzio Parco Naturale Valle Del Lambro.

“Da mesi stiamo lavorando sul progetto di riportare la Superbike a Monza – sottolinea Andrea Dell’Orto, Presidente Sias, la società che gestisce l’impianto motoristico – ben coscienti che l’evento di 2016 è vincolato ad un piano di lavoro estremamente sfidante e all’omologazione. Per questo motivo nell’accordo è prevista l’opzione di far slittare la competizione al 2017, di comune accordo con Dorna. Gli importanti lavori per la sicurezza, non solo saranno compensati dal punto di vista arboreo ma sono fondamentali per il recupero del Parco dal punto di vista paesaggistico -conclude Dell’Orto – Siamo felici di questo memorandum d’intesa con la Dorna a cui seguirà presto un contratto definitivo”.

L’iter dei lavori proseguirà nelle prossime settimane con l’assegnazione e la realizzazione della progettazione definitiva ed esecutiva della pista, ed al fine di operare in sinergia con gli enti si istituirà una pre-conferenza dei servizi, atta a raccogliere input fondamentali di tutti gli Enti coinvolti. Successivamente all’approvazione definitiva del progetto seguirà l’assegnazione dei lavori tramite appalto pubblico e consecutiva realizzazione dell’opera.

Questo il calendario provvisorio del  Campionato Mondiale Superbike:

1 – Australia – Phillip Island GP Circuit – 27-28 February
2 – Thailand – Chang International Circuit – 12-13 March
3 – Spain – MotorLand Aragón – 2-3 Aprile Netherlands – TT Circuit Assen – 16-17 April
5 – Italy – Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari di Imola – 30 April – 1 May
6 – Malaysia – Sepang International Circuit – 14-15 May
7 – UK – Donington Park – 28-29 May
8 – Italy – Misano World Circuit Marco Simoncelli – 18-19 June
9 – USA – Mazda Raceway Laguna Seca – 9-10 July ***
10 – Italy – Autodromo Nazionale di Monza – 23-24 July *
11 – Germany – Lausitzring – 17-18 September
12 – France – Circuit de Nevers Magny-Cours – 1-2 October
13 – Spain – Circuito de Jerez – 15-16 October **
14 – Qatar – Losail International Circuit – 29-30 October

Enzo Mauri

Print Friendly, PDF & Email