News Sport

La GAL Lissone si presenta sognando Scudetto e Olimpiadi

Brianza Acque

Le ragazze della squadra di Serie A1 della GAL Lissone -Ginnastica-artistica.jpg

Le ragazze della squadra di Serie A1 della GAL Lissone 

Ha preso il via ufficialmente la nuova avventura della Gal Lissone nel campionato italiano di Serie A1 di ginnastica artistica, con due sogni tutti da vivere: lo Scudetto e una bella trasferta a Rio per le Olimpiadi estive, senza tralasciare la Coppa del Mondo dove le atlete del sodalizio brianzolo si annunciano comunque tra le protagoniste. La prima squadra è stata introdotta dall’amico Alberto Moioli al Ristorante Pura Brace di Vedano al Lambro, “saporito” sponsor enogastronomico del sodalizio lissonese insieme a Sigoa, Tenortho e Meditel.

La GAL ha tutte le carte in regola per affrontare al meglio la stagione 2016, sulla scorta di 29 campionati all’attivo e 12 scudetti vinti, un bel bottino che certamente rende felice il “presidentone” Roberto Meloni, al quale un fastidioso tarlo nell’armadio non manca: “Il ringraziamento più sentito va alla nostra città – dice – Noi siamo felici di essere di Lissone e Lissone deve sentirsi orgogliosa di avere una società come la GAL. Noi viviamo con orgoglio la vita sociale lissonese ed oltre ad essere una società con un’immagine positiva, riconosciuta su tutto il territorio, siamo tra le prime in ambito sia nazionale che internazionale, per quantità e qualità dei risultati. Abbiamo ben 1000 bambini iscritti e 50 atleti agonisti, tra ragazze e ragazzi; a loro vorremmo regalare una bella palestra nuova; tutta nostra. Senza doverci spostare in altri impianti, quasi come se fossimo ospiti indesiderati nella palestra di via Dante. Sono convinto che da vivo o da morto la palestra, più volte promessa dal Comune, arriverà”. Speriamo da vivo, caro Pres. La speranza, dice il saggio, è sempre l’ultima a morire e se pensiamo ai successi di questa società sarebbe davvero un meritato regalo. Intanto la GAL, con palestra in prestito, ha dato un contributo risolutivo alla conquista della qualificazione alle prossime Olimpiadi di Rio de Janeiro con due ginnaste “peperine” come Carlotta Ferlito e Elisa Meneghini, componenti della squadra tricolore che ha partecipato all’ultimo campionato del mondo. 

Elisa Meneghini, atleta della GAL e della Nazionale

Elisa Meneghini, atleta della GAL e della Nazionale

Tanto roba, cari miei, anche se a veder le proporzioni esteriori delle atlete c’è quasi da meravigliarsi che un involucro così minuto, seppur aggraziato, possa sprigionare tanta forza, capacità atletica, talento e fantasia, ma si sa che nella botte piccola…..

Carlotta, (assente giustificata alla serata di presentazione) ventenne siciliana, caporale dell’Esercito, punta a ripetersi dopo essere stata a Londra nel 2012 ed Elisa, 18enne di Casnate, vuole provare l’emozione olimpica. Insieme a Alessia Praz, Sofia Arosio, Simona Marinelli, Alexia Angelini della Gym Aosta e il prestito rumeno Cristina Vrabie, compongono la formazione che punterà alla conquista del 13° scudetto di Serie A1, cercando di battere anche il numero scaramantico.

“Siamo davanti a ragazze encomiabili che regalano la loro gioventù allo sport. Ringrazio la società che porta il nome della città in giro per il mondo – sottolinea Concetta Monguzzi, sindaco del Comune di LissoneOgni anno i risultati della GAL sono sempre eccellenti e nonostante le ragazze cambino, si intuisce che dietro di loro c’è una macchina perfetta, in grado di lavorare bene, un team qualificato che presta attenzione ad ogni componente per cercare di far funzionare tutto al meglio. Tanta è la gente che vi supporta e che ripone in voi grandi speranze”.

Il Presidente della GAL Lissone Roberto Meloni con il Sindaco di Lissone Concettina Monguzzi

Il Presidente della GAL Lissone Roberto Meloni con il Sindaco di Lissone Concettina Monguzzi: si parla sempre di una nuova palestra

La GAL ha il sostegno attivo di tutta quella che un tempo era la Città del Mobile, anche perchè di arredi se ne vendono sempre meno: presenti alla serata gli esponenti della Pro Loco, il Gruppo Alpini e Lissone Commercia.

“I commercianti lissonesi sono orgogliosi di sostenere un sodalizio come questo con valori e principi che portano a svolgere con sacrificio un’attività fisica sulla base di un’educazione comportamentale – conferma Ruggero Sala, Presidente di Lissone Commercia -. Appartenere ad una società seria, che può portare a grandi risultati che vengono perseguiti negli anni, fa si che la Gal possa essere sempre più utile agli interessi sociali e sportivi della nostra città”.

Novità del 2016 è il Progetto GAL LAB. Grazie a Meditel e Tenortho la medicina preventiva e curativa entra in palestra a 360°. “L’idea di questo progetto è nata analizzando gli stress organici a cui è sottoposta una ginnasta – afferma il dottor Matteo Annoni di Meditel – Il nostro centro ha accolto la sfida di assistere in modo innovativo l’atleta perché la prevenzione, sotto ogni aspetto, migliora i risultati e aiuta le atlete a stare bene e a produrre sport come terapia di sé stesse”.

Le istruttrici Anna Sassone ( destra) e Rodica Demetrescu con al centro il CT Claudia Ferrè

Le istruttrici Anna Sassone (a destra) e Rodica Demetrescu con al centro il CT Claudia Ferrè

La società darà infatti la possibilità alle atlete e agli istruttori di essere affiancati due giorni a settimana e direttamente in palestra dallo staff del dottor Matteo Annoni. I risultati sportivi pesano anche sulle spalle dei tecnici Claudia Ferrè e Anna Sassone e della coreografa Rodica Demetrescu.

Il sogno nel cassetto è vincere lo scudetto, ma fare bene alle Olimpiadi sarebbe davvero il massimo. Il campionato di serie A1 sarà un ottimo banco di prova in vista dei prossimi importanti appuntamenti sportivi – afferma Claudia Ferrè, lissonese, ex ginnasta che è anche CT della Nazionale – Le ragazze potranno provare sul campo nuovi esercizi e combinazioni in vista delle Olimpiadi di Rio dove le nostre atlete potrebbero essere protagoniste”.

I sogni vanno coltivati sempre con grande umiltà, senza presunzione, ma con motivata ambizione.

fotoservizio di Carlo Gaeta

Print Friendly, PDF & Email