Motori News

Jaguar Monza a ‘Milano Autoclassica’ per festeggiare l’80° del Giaguaro

Studio Associato MSC - Treviso

jaguarJaguar è una Casa automobilistica del Regno Unito, conosciuta soprattutto per le proprie auto di lusso dall’anima sportiva. Modelli talmente eleganti e di prestigio da far sì che l’aristocratica azienda britannica, dal 2008  acquisita dal gruppo indiano della Tata Motors, diventasse presto la fornitrice della casa reale.

Per festeggiare l’80esimo compleanno del ‘mito verde’, uscito nel 2004, dopo cinque anni di presenza, dal campionato mondiale di F.1, dove ha fatto correre ben otto piloti, tra cui l’ex ferrarista Eddy Irvine e Mark Webber, il monzese Nando Cazzaniga e la sua Jaguar Monza, saranno presenti, come espositori, alla quarta edizione di ‘Milano Autoclassica’, in programma, presso i padiglioni di Fiera Milano, dal 20 al 22 marzo.

Si tratta di un appuntamento ormai tradizionale, a primavera, per gli amanti delle auto d’epoca, sia classiche che sportive; un salone con più di cento espositori, che conta di raggiungere quest’anno i cinquantamila visitatori e di rientrare di diritto tra le esposizioni di settore più importanti in Europa. In mostra, tra tante auto da sogno come le Ferrari 275 GTB e la 250 GTL in arrivo direttamente dal museo della Casa del Cavallino, in anteprima nazionale, dopo il trionfo al salone di Ginevra, la Lamborghini Aventador LP 750-4 Superveloce.

Jaguar Monza, uno dei più grandi dealer della Casa del Giaguaro, presenterà, invece, al fianco del Jaguar Club Italia, la gamma F-Type e due magnifiche icone del passato.

Allo stand ci sarà immancabilmente il titolare Nando Cazzaniga, imprenditore, sempre nel settore motoristico e pilota poliedrico, con indimenticabili sfide, anche contro campioni del calibro di Prost e Mansell.

Nel suo curriculum spiccano: una vittoria nel campionato italiano di F.3 sulla pista di Varano de’ Melegari, un secondo posto assoluto al Rally dell’Autodromo di Monza sulla Lancia Stratos ed una eclatante partecipazione alla mitica ‘24 Ore di Daytona’ con una Porsche 935 biturbo al fianco dei piloti Bruce Canepa e Giampiero Moretti all’inizio degli anni Ottanta , prima di vincere, quasi sessantenne, per due volte il Trofeo Lotus Cup Italia nel 2009 e 2011.

‘’Ho ancora il gusto per le ruote scoperte – assicura il buon Nando – e mi piace sentire il vento, rincorrerlo, facendo pressione sull’acceleratore e sfidarlo prima di una staccata. Lo inseguo sempre, cercando di disegnare curve perfette sulle piste e lungo i tornanti sulle strade. Ho ancora vicino ad incitarmi, seppure solo nella memoria, il pubblico di Montecarlo, dove ho disputato, con la mia monoposto di F.3, epiche gare. Il campione sa che alle spalle di ogni sua vittoria c’è una squadra che lavora con impegno, lontana dalle luci e riesce sempre a trasformare questo pensiero in velocità, adrenalina, emozione pura, in ogni momento della sua vita. Questo mix di sensazioni può ora trovare il cliente che si affaccia a Jaguar Monza, per scoprire la macchina più vicina ai suoi sogni, la cura nel restauro di una vettura particolare, il servizio cordiale ed esperto dei meccanici predisposti, il privilegio di essere guidato, con competenza e trasporto, in un lusso elegante ma a portata di mano, al fine di   soddisfare al meglio la propria passione.

Dal 2001, lascate le corse impegnative di gioventù, dove miravo solo a divertirmi, ben sapendo che non era nei miei obiettivi diventare un pilota professionista, ho aperto Jaguar Monza, sulla scia delle preziose esperienze fatte nella concessionaria di famiglia con Opel, Fiat e Nissan alla Se Motors in via Visconti. Il mio lavoro era ed è tuttora,vendere macchine, non andare a rischiare la vita ogni quindici giorni in giro per il mondo al volante di monoposto da trecento e più chilometri orari. Negli anni Ottanta ho avuto interessanti offerte per avvicinarmi in modo concreto al giro della F.1, ma le ho tutte rifiutate, senza un minimo d’esitazione. Ed eccomi qui negli invitanti saloni di corso Milano, al termine della scalinata della stazione ferroviaria.

Gli ultimi anni – continua l’ex pilota – sono stati particolarmente pesanti, ma non per colpa del marchio che rappresento, quanto per un sistema Paese che ha distrutto il mercato premium, con effetti devastanti sull’economia globale. Ma le cose stanno migliorando e a breve , grazie anche alla nuova gamma di prodotti messi in strada da Jaguar, potremo avvicinarci ai volumi di vendita della Land Rover, altro marchio che rappresento in concessionaria. Ho la fortuna, poi, di poter contare su una serie di collaboratori molto bravi, sui quali far affidamento ad occhi chiusi. Oltre che per la vendita di macchine nuove – conclude Cazzaniga -abbiamo un’organizzazione perfetta anche per il mercato dell’usato. Facciamo un lavoro incredibile in officina, non trascurando neppure i minimi dettagli. Rigeneriamo i cerchi in lega, tiriamo a lucido gli interni, togliamo la polvere persino dalle guide dei sedili, sostituiamo le pelli dei volanti, della guaina alla leva del cambio, dei braccioli e dei sedili, interveniamo sui legni degli interni, sulla radica del cruscotto e sulle imbottiture, cambiamo dischi pastiglie pneumatici ed ammortizzatori, oltre, naturalmente a controllare e mettere a nuovo ogni parte del motore, con ricambi originali. In pratica, il cliente, alla fine, ha la garanzia di trovarsi di fronte ad una vettura usata, in condizioni perfette, sia estetiche che meccaniche, con cui poter viaggiare tranquillamente ancora per diversi anni, per di più con la certificazione ufficiale ‘Jaguar Approved’”.

A ‘Milano Autoclassica 2015’, la Brianza, oltre che da Jaguar Monza, sarà rappresentata da Autopisani, il salone di Vedano al Lambro convertitosi dalla fine dello scorso anno al commercio delle auto d’epoca e dal M.A.M.S. (Monza Auto Moto Storiche Amici dell’Autodromo), club nato nel 2001 grazie all’impegno di alcuni collezionisti ed appassionati di auto e moto d’epoca , al fine di organizzare attività ricreative, culturali e conviviali a tema motoristico ed ora arrivato a raggruppare circa 1600 soci.

La manifestazione si terrà a Rho nelle giornate di venerdì 20, sabato 21 e domenica 22 marzo, con orario dalle 9.30 alle 19.00.

Costo dei biglietti: Euro 15 intero alla cassa (biglietto speciale online valido per due persone Euro 25, ma con entrata in coppia), ingresso gratuito per i ragazzi fino a 12 anni d’età.

Print Friendly, PDF & Email