News

Il Comune di Monza per le persone non udenti con Telegram

Studio Associato MSC - Treviso

Telegram per i non udenti: un nuovo servizio informativo è stato approvato mercoledì 12 giugno dalla Giunta il «Protocollo d’intesa» tra il Comune di Monza e l’associazione «Emergenza Sordi APS» che prevede l’uso di Telegram, un’app di messaggistica per smartphone, per sviluppare la comunicazione tra la Polizia Locale e i cittadini non udenti in caso di situazioni di emergenza.

«L’obiettivo di questo progetto – ha spiegato l’Assessore alla Sicurezza Federico Arena – è creare un “ponte” di comunicazione tra i sordi e il Comando di via Marsala in caso di incidenti e emergenze».

«Le persone con disabilità, durante situazioni di emergenza, sono molto più “deboli” rispetto al resto della popolazione. I limiti fisici – ha proseguito – possono causare maggiori difficoltà nella ricezione e nella comprensione delle informazioni di allarme rendendo complicato adottare le misure appropriate. Oggi, però, grazie alla diffusione dei dispositivi mobili e alle piattaforme social, la comunicazione può diventare più efficace. Questa è la strada che vogliamo percorrere».

Il Protocollo prevede che le persone non udenti possano lanciare un «SOS» in caso di emergenza tramite la piattaforma Telegram, attraverso cui possono essere geolocalizzati, e che questo segnale di aiuto possa essere raccolto e preso in carico dalla Polizia Locale. Viabilità, incidenti, furti, truffe, abbandono di animali e di rifiuti e parcheggi: tante sono le tipologie di «SOS» a cui potranno trovare un pronto intervento, 24 ore su 24 e sette giorni su sette, da parte della Polizia Locale.

Telegram per non udenti

Saranno attivati percorsi formativi specifici per gli agenti per una migliore comunicazione con i non udenti, con l’obiettivo di facilitare la richiesta di aiuto e ridurre i tempi di intervento, e la partecipazione a bandi regionali, nazionali e europei per il finanziamento di progetti specifici.
La durata del «Protocollo» è di cinque anni.

«Esprimiamo la nostra soddisfazione per il risultato ottenuto, grazie all’impegno di tutti per realizzare insieme alla Polizia Locale un progetto di comunicazione accessibile ed inclusiva, in ambito emergenziale, per le persone sorde della città di Monza» ha dichiarato il Presidente di “Emergenza Sordi APS” Luca Rotondi.

«Dopo Desio e Muggiò – ha continuato Rotondi – anche il capoluogo brianzolo, terza città della Lombardia, mostra una grande attenzione nei confronti dei cittadini che presentano un deficit uditivo. Questo è stato possibile grazie alla grande sensibilità e collaborazione del Sindaco Dario Allevi, dell’Assessore alla Sicurezza Federico Arena e del Comandante della Polizia Locale Pietro Curcio».

Per iscriversi al servizio Telegram è necessario compilare il modulo privacy scaricabile dal sito del Comune di Monza, firmarlo e inviarlo, con una copia di un documento d’identità valido, all’indirizzo di posta elettronica plcentraleoperativa@comune.monza.it.
Seguirà una mail di conferma della Polizia Locale.

Print Friendly, PDF & Email