Sport

HRC Monza, per la “prima” in casa il Pres Brambilla chiama a raccolta i tifosi

Studio Associato MSC - Treviso

HRC Monza Breganze HockeySabato prossimo 15 ottobre al Pala Rovagnati di Biassono, con inizio alle ore 20.45, andrà in scena l’esordio casalingo dell’HRC Monza. Per la terza giornata di campionato sarà ospite in Brianza il Breganze, terzo in classifica, in compagnia del Follonica, a quota 4.

Dopo il rinvio del primo match con il Correggio al 1° novembre, l’Hockey Roller Club Monza ha esordito in campionato a Follonica, uscendo sconfitto 5-3 dalla squadra locale. Un risultato che non evidenzia la buona prestazione monzese. Non è servita alla squadra brianzola la tripletta di Francesco Compagno per piegare la CRAS Follonica, che ha messo la zampata decisiva negli ultimi 5 minuti  di gioco, con una splendida doppietta di Stefano Paghi.

Al Palasport Armeni, meglio conosciuto come ‘Capannino’, è stato il Monza a passare in vantaggio con Francesco Compagno, al quale ha risposto, su punizione, Marinho, che ha raddoppiato a 23’’ dal termine della prima frazione di gara, conclusasi 2 a 1 a favore dei padroni di casa. Nel secondo tempo, Pagnini ha centrato il tris per i toscani, ma la replica degli ospiti è stata altrettanto veemente. Francesco Compagno ha riportato, infatti, la squadra brianzola in partita, accorciando le distanze prima e replicando, poi, su rigore. Con una splendida doppietta è stato, però, Paghi a consegnare, infine, la vittoria ai padroni di casa.

Il presidente dell'HRC Andrea Brambilla

Il presidente dell’HRC Monza Andrea Brambilla

Al comando, dopo due turni disputati, figura, a punteggio pieno, la coppia formata da Amatori Wasken Lodi ed ESS Forte dei Marmi. Ultimo, con una partita in meno ed a zero punti, il Centemero Monza, affiancato dall’ AFP Giovinazzo e dal Sendrigo. Anche i pugliesi, come i veneti del Bassano, hanno disputato una partita in meno.

Il presidente dell’HRC Monza, Andrea Brambilla, incita la squadra e il pubblico in vista della prima gara casalinga stagionale nella quale non mancherà un ricordo del papà Enzo, recentemente scomparso: “Nonostante la sconfitta della prima partita siamo fiduciosi, la squadra è giovane ma con grosse potenzialità. Lo scorso anno a Follonica eravamo usciti con una sconfitta pesante, mentre questa volta hanno dovuto soffrire fino alla fine. Decisivo per il risultato finale il blu a Colamaria, è il conseguente power play in inferiorità numerica. Magari giocare gli ultimi minuti alla pari poteva cambiare un po’ il risultato. Sabato ci aspettiamo il nostro pubblico delle grandi occasioni, i ragazzi hanno bisogno di tutto l’aiuto possibile! Poi l’avversario è il Breganze, per cui sappiamo che l’impresa è già difficile!”.

Per i sostenitori del Centemero Monza interessati, è ancora possibile sottoscrivere l’abbonamento per la stagione 2016-2017.

Ricordiamo che sono 14 le squadre che si affrontano nel massimo campionato di hockey su pista.

Oltre alle lombarde Cremona Hockey Amatori Wasken Lodi, l’HRC Monza troverà, sulla propria strada, dopo la sfortunata gara di Follonica, anche AFP GiovinazzoAdmiral ValdagnoCGC ViareggioCarispezia SarzanaESS Forte dei MarmiGSH TrissinoHockey BassanoHockey Breganze  e le neopromosse Hockey Sandrigo Correggio Hockey.

Proprio gli emiliani dovevano essere i primi ospiti al Pala Rovagnati per la  sfida inaugurale della stagione, ma la partita era stata rinviata a martedì 1° novembre per l’assenza del portiere Juan Oviedo, impegnato ai Campionati Mondiali in Cile, come allenatore della squadra nazionale femminile.

Al torneo di A1 avrebbe dovuto partecipare anche il Matera, ma tutti gli adempimenti previsti dai regolamenti federali, per perfezionare l’iscrizione al campionato, sono stati posti in essere dagli addetti locali ben oltre il termine indicato del 1° luglio 2016, pur avendo avuto la possibilità di regolarizzare l’iscrizione fin dal 14 giugno e così la squadra della Basilicata è rimasta fuori.

La formula prevede la qualificazione ai play off Scudetto, previsti per aprile 2017, per le prime 8 squadre classificate e la retrocessione in serie A2 per le ultime 2.

Enzo Mauri

Print Friendly, PDF & Email