News Sport

Hockey pista, Monza si gioca i play-off a Follonica

Studio Associato MSC - Treviso

La giovanissima promessa dell'hockey pista Checco Compagno

La giovanissima promessa dell’hockey monzese Checco Compagno autore di una rete anche contro la Pieve010

Battendo di misura in casa 3-2 la Pieve010, il Centemero Monza, approfittando anche della battuta d’arresto interna per 2-3 del Trissino contro la capolista Sinus Matera, sorpassa la squadra veneta e rientra, con due lunghezze di vantaggio, nella zona play-off, ad una giornata dal termine della regular season.

In palio l’ottava ed ultima posizione utile in classifica per giocarsi lo scudetto e, quel che più conta, l’accesso di diritto nella prossima stagione alle coppe europee. Nelle ultime due giornate la formazione di Tommaso Colamaria, che accusava alla vigilia ben quattro punti di distacco, facendo due en plein contro altrettante battute a vuoto degli avversari vicentini, è passata clamorosamente a +2 ed ora, in vantaggio, si giocherà tutto sabato prossimo, nei restanti 50’ di gioco.

Il Centemero Monza sarà di scena, lontano dalle mura amiche, contro la Banca Cras Follonica, sconfitta 6-5 in trasferta a Viareggio, mentre il Trissino farà visita al Bassano, sesto a quota 43, proprio davanti agli avversari dei brianzoli, distanziati di tre lunghezze e reduce dal brillante successo a casa del forte Amatori Wasken Lodi.per 2-3.

Ai biancorossoazzurri basterà anche un pareggio, sempre in caso di vittoria dei ragazzi di Rigo. Con qualsiasi altro risultato delle due compagini, a parte sconfitta brianzola e vittoria vicentina, a partecipare alla lotta per lo scudetto saranno Martinez e compagni.

La partita contro la combattiva Pieve010, partita assai bene tanto da tenere la propria porta imbattuta sino a 17’ 11’’,  è stata in mano ai padroni di casa sino a 1’80’’ dal termine, quando gli ospiti, approfittando di due disattenzioni dei biancorossoazzurri, hanno prima accorciato le distanze ed 8’’ dopo si sono portati in odore di pareggio, sempre col cecchino Zucchetti, sbagliando a 19’’ dal termine con Mattia Civa un tiro diretto, decretato dai direttori di gara per decimo fallo della formazione di casa in un’azione in contropiede di Martinez.

In precedenza avevano segnato lo stesso Lucas, tornato al gol dopo un turno d’astinenza, a 17’11’’ ed a 5’59’’ della ripresa e, in mezzo, il sempre pericoloso Compagno a 6’’ dall’intervallo. L’asso argentino, con le sue due reti, raggiunge quota 51 e, con 6 marcature di vantaggio sul più immediato inseguitore, ipoteca, da capocannoniere indiscusso del campionato, la meritatissima ‘Stecca d’Oro’ al suo esordio nel torneo  italiano.

Oviedo, "saracinesca" del Centemero Monza

Oviedo, “saracinesca” del Centemero Monza

La nona partita consecutiva senza vittoria per la Pieve010 significa praticamente un addio alla Serie A1 per il quintetto di Civa, proprio nell’anno della sua prima partecipazione alle coppe europee. Per salvarsi, i rossoblù lombardi dovrebbero, infatti, battere con 2 gol di scarto la Carispezia Sarzana al PalaPini di San Daniele Po, impresa, tutto sommato, fattibile, ma, contemporaneamente, l’AFP Giovinazzo, già matematicamente salvo, dovrebbe conquistare almeno un punto a Matera, contro la capolista, cosa piuttosto ardua. Da registrare, intanto, l’ufficiale retrocessione del Thiene, l’altra matricola, con il Centemero Monza di questo campionato, condannato anche dai calcoli aritmetici a 50’ dal termine.

Nel primo tempo siamo stati bravi a non farci innervosire dal non gioco dei nostri avversari – ha detto il tecnico monzese Tommaso Colamaria – ma, poi, negli ultimi 2′ ci siamo  complicati incredibilmente la vita, rischiando grosso. Dovevamo chiudere prima il match, con la realizzazione della quarta rete, che era nelle nostre possibilità. Potevamo, infatti,  segnare più volte in contropiede ed, invece, abbiamo commesso errori imperdonabili. Se, alla fine, i nostri avversari avessero pareggiato sul tiro diretto, causato davvero in modo ingenuo dai miei ragazzi, ora saremmo qui a piangerci addosso. Non sarebbe stato giusto, per quanto visto in pista, ma, come sempre, sono le reti a decretare i risultati, al di là dei meriti. Sabato prossimo a Follonica ed a Bassano si vivranno 50′ di gioco entusiasmanti. A questo punto, ritengo di dover spartire al 50% le possibilità di passare ai play-off, sia per la mia squadra che per il Trissino, in quanto, tradizionalmente, nell’ultima giornata di campionato tutto può succedere’’.

Noi, per una volta, non siamo assolutamente d’accordo con le parole del tecnico biancorossoazzurro. E’ vero che tutto può succedere negli ultimi 50’ di gioco, ma affrontarli con due lunghezze di vantaggio sull’avversario non è proprio cosa da poco, soprattutto se questo è reduce da due sconfitte consecutive e con il morale sotto la suola delle scarpe. Al Centemero Monza, in piena salute e vittorioso nelle ultime due giornate di campionato, la prima delle quali contro la capolista Forte dei Marmi, noi diamo, toccando ovviamente ferro, tra il 70 e l’80% delle probabilità di sbarcare in Europa.

Un’altra nota lieta della serata vissuta sabato a Biassono è venuta dal successo dell’iniziativa di beneficenza a favore dell’Associazione Lele forever, impegnata nella lotta contro la leucemia. L’incasso di circa 1400 euro del PalaRovagnati è stato, infatti, interamente devoluto alla Onlus, che lo utilizzerà per portare avanti i suoi principali progetti. Tra questi il mantenimento della Casa Lele e Lory, struttura assistenziale offerta a titolo gratuito alle famiglie dei pazienti in terapia nelle strutture ospedaliere monzesi ed il sostegno al Reparto di Ematologia adulti e al Laboratorio di ricerca Stefano Verri dell’Ospedale San Gerardo di Monza.

Enzo Mauri

Print Friendly, PDF & Email