News Sport

Hockey Pista: adesso il Centemero Monza sogna i play off

Studio Associato MSC - Treviso

L'allenatore dell'HRC Monza Colamaria (primo a destra) in panchina con il Vice presidente Girardelli

L’allenatore dell’HRC Monza Colamaria (primo a destra) in panchina con il Vice presidente Girardelli

Pareggiando 3-3 in trasferta contro il Thiene, squadra in piena lotta per non retrocedere, il Centemero Monza, rafforza di un punto la sua ultima posizione valida per disputare i play off e consolida la leadership del suo giocatore più acclamato, Lucas Martinez, autore in terra veneta di una bella doppietta e sempre più solo in vetta alla classifica dei marcatori con 42 centri.

Il Trissino, unico avversario in grado di contrastargli l’accesso ai play off e con esso la certezza di disputare la prossima stagione la Coppa Cers, l’equivalente della Europa League, è, infatti, uscito sconfitto nettamente 1-3 dalla sfida, tra le mura amiche, contro il CGC Viareggio ed ora, in attesa di far visita sabato prossimo al combattivo Carispezia Sarzana, accusa due lunghezze di svantaggio sulla compagine di Colamaria.

Certo una vittoria al PalaCeccato, con il Thiene, penultimo in classifica, avrebbe favorito maggiormente la causa biancorossoazzurra, ma in questi momenti, con il torneo che volge al termine della regular season e con la fatica o lo stress nervoso che incominciano a farsi sentire, bisogna anche sapersi accontentare.

Del resto, la salvezza, primo obiettivo della formazione brianzola, anche se non è ancora stata raggiunta matematicamente, è proprio ad un piccolissimo passo, quasi solo una formalità ed i traguardi più ambiziosi sembrano farsi sempre più largo nella mente dell’ambiente hockeistico brianzolo. I prossimi impegni, ad iniziare dalla infuocata e stimolante sfida di mercoledì sera al PalaRovagnati con l’Amatori Wasken Lodi dell’ex difensore biancorosso Roberto Citterio, figlio del grande Bruno, uno degli uomini più rappresentativi del glorioso Hockey Club Monza, saranno decisivi e per nulla facili.

Contro il Thiene, il Centemero Monza, non proprio in una serata di grande vena, avrebbe potuto vincere, considerando le innumerevoli occasioni avute, ma anche perdere, visto che a 13’80’’ dal termine si era venuto a trovare in svantaggio per 3-1.

A segno per i biancorossoazzuri sono andati nell’ordine Martinez (24’41’’ e 11’20’’ della ripresa) e Compagno (18’46’’ del secondo tempo), con la prima frazione di gioco chiusa sul risultato di 1-1 e con lo scatenato Brendolin,  autore di una tripletta per i padroni di casa, a segno dopo appena 43’’ di gioco.

“Abbiamo portato via un punto in casa di una squadra che ha giocato alla morte, avendo un bisogno disperato di risultati positivi per salvarsi – ha detto Tommaso Colamaria -.   Ci dispiace di non aver vinto, ma bisogna accettare, senza troppi ripensamenti, il verdetto della pista. Contro la squadra vicentina, siamo stati imprecisi e sfortunati nelle conclusioni, buttando al vento tantissime occasioni, almeno quante ne avevamo avute in tutte le precedenti giornate di campionato. Nelle battute conclusive del match, una volta raggiunto faticosamente il pareggio,  dopo essere stati a lungo in svantaggio di due reti, abbiamo provato a vincere la partita, ma correndo seriamente anche il rischio di perderla. Nonostante la stanchezza fisica emersa durante la gara e dovuta ad una stagione davvero logorante per noi, abbiamo, comunque, retto sino alla fine anche a livello mentale e questa è un’ottima cosa, in vista anche dei prossimi massacranti impegni di campionato”.

Enzo Mauri

Print Friendly, PDF & Email