Fuori Brianza

Estate in Valle Isarco

Brianza Acque

Consigli utili per una serena vacanza dolomitica.

Immagine 1169

Veduta della Valle d’Isarco, sopra Velturno

C’è un posto meraviglioso dove anche molti brianzoli passano o hanno passato le loro vacanze montane, sia in inverno che in estate. Un luogo che per chi ama la quiete, i colori della natura, i boschi e i prati verdi (che in inverno innevati si trasformano in stupende piste da sci), la buona cucina, il buon vino e soprattutto le cime austere e imponenti dei Monti Pallidi. Stiamo parlando dell’Alto Adige e delle sue Dolomiti, Patrimonio UNESCO.

Adesso che si avvicina l’estate e s’inizia a pensare ad una vacanza, ecco che tra le possibili mete figura indubbiamente l’Alto Adige, con la sua variegata offerta turistica, in grado di passare dal semplice maso all’albergo a cinque stelle superior, garantendo sempre un livello qualitativo elevatissimo.

In particolare il nostro primo consiglio, al di la dei comprensori più noti, come ad esempio quelli della Val Gardena o dell’Alpe di Siusi, riguarda la Valle Isarco, con i suoi bei paesini e il suo primo Comune, Bressanone ai piedi della Plose. Basta poi svoltare l’angolo (una ventina di chilometri andando verso Chiusa e girando per la strada che porta a Funes) per ammirare quelle che sono tra le Dolomiti più belle dell’intera catena orientale: il gruppo delle Odle.

Se avete voglia di fare attività all’aria aperta durante le vacanze estive? La Valle Isarco offre un’ampia gamma di proposte e di eventi estivi. Ora, da qui si può perfino pedalare dalle Alpi al mare lungo la nuova pista ciclabile che collega Monaco di Baviera a Venezia, passando appunto per la Valle Isarco. Si può poi partecipare alle Giornate dell’architettura per scoprire esempi significativi di edifici contemporanei, mentre i più piccoli possono andare alla scoperta delle straordinarie proprietà delle piante nel Parco naturale Puez-Odle.

Immagine 322

Il gruppo delle Odle (Gaisler) in Val di Funes

Guide del Parco per un giorno è una delle tante prossime iniziative che ci piace segnalare, anche perchè ben si adatta ai più giovani e alle famiglie. Dal 1 luglio prende il via il programma Dolomiti Ranger della Valle Isarco, per durare fino al 4 settembre 2014. Che cos’è un Parco Naturale? Come viene gestito? Quali strategie di sopravvivenza hanno sviluppato animali e piante per adattarsi al duro ambiente della montagna? A queste ed altre domande risponderanno le guide del Parco Naturale Puez-Odle, in Val di Funes al cospetto delle Dolomiti più suggestive. Un’esperienza emozionante, in particolare per i ragazzi dai 7 ai 12 anni (ma anche con i genitori al seguito), per vestire i panni di piccoli esploratori.

Il programma, proposto dal Centro Visite del Parco Naturale (edificio moderno a due piani che accoglie spazi espositivi per scoprire la geologia delle Dolomiti) si sviluppa nell’arco di tre giornate a stretto contatto con la natura, con ogni giorno escursioni divertenti e istruttive. Chi partecipa a tutte e tre le giornate riceverà il ‘Diploma dei Dolomiti Ranger’, ma si può partecipare anche a escursioni separate. Iscrizione presso le Associazioni turistiche della Valle Isarco: prezzo per una singola giornata 20 euro per il martedì (solo bambini), 25 euro per il mercoledì e giovedì (1 adulto + 1 bambino). Per tutte e tre le giornate 49 euro (1 adulto + 1 bambino).

Il programma in dettaglio del Dolomiti Ranger:

Il martedì (punto di ritrovo il Centro Visite del Parco), dalle ore 10.00 alle 12.30, si va alla scoperta dei ‘misteri’ delle piante: come respirano? Come riescono a sopravvivere in alta montagna? Accompagnati da un’assistente specializzata i bambini possono osservare da vicino la flora tipica delle Dolomiti.

Il mercoledì, dalle ore 9.30 alle 15.00, ancora un viaggio alla scoperta del Regno delle piante: possiamo imparare dalle piante a vivere in maniera più sostenibile? Cosa può dirci un lichene a proposito dell’aria? Che ci racconta un’erba acquatica sulla qualità dell’acqua dei ruscelli di montagna? Assieme agli esperti, poi, genitori e bimbi, seguono le tracce dei residui di cibo lasciate dagli animali, e risalgono i torrenti a piedi nudi. Punto di ritrovo il parcheggio Zans.

Il giovedì, infine, escursione in notturna dalle ore 20.30 alle 22.30: anche le piante dormono durante la notte? E il loro sonno a quale ritmo è soggetto? In che modo l’energia lunare influenza la nostra vita e quali ripercussioni può avere su di noi la luce artificiale? Per conoscere le risposte, adulti e bambini imparano ad affinare i propri sensi durante un’avventurosa gita notturna al laghetto di Varna, vicino a Bressanone. Punto di ritrovo il parcheggio del lago di Varna.

Possibilità anche di veri e propri Pacchetti Vacanza Dolomiti Ranger.

Immagine 1127

Percorso verso la Malga Fane sopra Valles, una meta singolare

33 SENTIERI IN VALLE ISARCO

La Valle Isarco (Alto Adige) si scopre a piedi e in bicicletta. Con facili escursioni adatte a tutta la famiglia, oppure impegnandosi in trekking un po’ più duri, o ancora in piste ciclabili. Siamo nella ‘Valle dei Percorsi’, dove la natura abbraccia le storiche città di Vipiteno, Bressanone e Chiusa, e dove sentieri e antiche vie uniscono insediamenti di montagna, castelli, rocche e masi, attraverso vigneti e frutteti per salire su alpeggi soleggiati fino al regno delle Dolomiti.

In questo scenario sono stati individuati 33 sentieri ben rappresentativi e capaci di dare uno spaccato reale della Valle Isarco in tutte le sue sfaccettature. Caratteristiche comuni ad ogni sentiero sono l’accessibilità con i mezzi pubblici e la circolarità: punto di partenza e arrivo coincidono sempre, ma naturalmente varia la tipologia di percorso e il tempo di percorrenza. Lungo la strada si incontrano monumenti artistici e naturali, attrazioni culturali, punti panoramici e baite tradizionali per una gradevole sosta. I sentieri sono tutti illustrati in una chiara cartina del Consorzio Turistico Valle Isarco.

Le possibilità sono davvero molteplici. Ecco alcuni consigli.

A Campo di Trens, escursione circolare Alta Via di Trens: percorso meditativo su sentieri storici, testimoni del tempo passato. In due ore si cammina per circa 6 km, partendo dalla Casa della Cultura di Trens, si segue parte del Cammino di San Giacomo, si arriva a Castel Pietra, piattaforma panoramica e osteria del castello per una sosta (il castello non è aperto alle visite) e poi si arriva al Santuario di Maria Trens, secondo luogo di pellegrinaggio più importante dell’Alto Adige.

Sulle due ruote in Val di Vizze alla Malga Prantner: tour in mountain bike per ciclisti un po’ allenati lungo 25,9 km alla scoperta di malghe e magnifici panorami. Dalla stazione ferroviaria di Vipiteno si sale fino al Biotopo Cima Gallina con una grande varietà di piante e fiori e si gode della piattaforma panoramica ‘Bergkino- Cinema d’alta quota’ al Rifugio Cima Gallina; alla Malga Prantner si visita anche il piccolo caseificio.

In Val Ridanna, invece, escursione dei sette laghi: percorso di 19,7 km dal fascino selvaggio che costeggia laghi alpini e morene di ghiacciai, attraverso i sentieri minerari. Si parte da Masseria, poi lungo il sentiero minerario di Monteneve si arriva alle Cascate di Burkhard, un vero monumento naturale di gole e salti d’acqua.

Sempre in tema di acqua c’è il facile sentiero ‘Finther’ a Rodengo adatto a famiglie con bambini lungo il corso del torrente Chivo con stazioni interattive per i più piccoli: si parte da Villa e si scoprono le 3 stazioni con attività a tema acqua, piccoli canali, chiuse e ruote idrauliche, ponti levatoi e costruzioni di dighe e il divertimento è assicurato.

Altro percorso per immergersi tra i pascoli alpini dell’Alpe di Villandro: un sentiero circolare di 14 km che si snoda dalla Baita Gasserhütte dell’Alpe di Villandro e conduce su comodi sentieri alla chiesetta dei Morti ‘Totenkapelle’, chiesa alpina a quota 2186 con un gruppo della Crocifissione di grandi dimensioni, costruita dai minatori nel Medioevo. Poi ad ovest della chiesetta c’è il lago alpino ‘Schwarzsee’ e infine si attraversa la Palude ‘Rinderplatz’, una delle più grandi e interessanti aree paludose dell’Alto Adige e una delle ultime torbiere climatiche d’Europa.

a cura di Carlo Gaeta

 

Immagine 1098

Il Duomo di Bressanone (foto di Carlo Gaeta)

Eventi highlight in estate

Dine, Wine & Music
12 giugno 2015

7a Maratona Bressanone Dolomiti
27 giugno 2015

Börz-Plose Bike Day
28 giugno 2015

Giornate dello Yogurt a Vipiteno
dal 5 luglio al 2 agosto 2015

Festa delle malghe di Racines
12 luglio 2015

Giornata delle escursioni di Walther von der Vogelweide
19 luglio 2015

Montagna & Fiore a Colle Isarco
dal 17 al 26 luglio 2015

INFO: CONSORZIO TURISTICO VALLE ISARCO Bastioni Maggiori 26/a – 39042 Bressanone (BZ) tel. 0472 802 232 – fax 0472 801 315 www.valleisarco.com – info@valleisarco.com 

Print Friendly, PDF & Email