Il Resto del Carletto News

Da Monza una bella storia… per cani

Brianza Acque

Un gruppo di cittadini, in accordo col Comune, si rende disponibile per risistemare e rendere sicura un’area verde destinata agli amici a quattro zampe.

WP_20150606_016Curiosità tra i passanti di Via Borsa, Via Ferrari e Via Maroncelli a Monza che in questi giorni si saranno certamente domandati se era in scena un nuovo reality o una fiction. Si saranno chiesti cosa stava accadendo, buttando l’occhio al di là delle reti che delimitano il giardinetto per gli amici a quattro zampe, dove una ragazza di buona lena spazzava via il fogliame, altre trasportavano pesanti sacchi di terriccio e sassolini, un ragazzo, quasi esausto per il caldo, copriva le buche con sabbia e terra, lasciandole rastrellare per metterle a livello da un’altra ragazza poco più che ventenne.

I curiosi passanti si saranno chiesti quale nuovo gioco si fosse inventata questa volta la TV nazional-popolare: “Il giardino dei Cani Famosi” o “Il Grande Fratello… Cane”. Chissà. E, soprattutto, tanto impegno per quale premio in palio? Montagne di gettoni d’oro, un viaggio in capo al mondo, un’automobile? Niente di tutto questo. Con una piccola inchiesta “giornalistica” siamo infatti riusciti a svelare l’arcano.

“Portiamo i nostri cuccioli in quest’area da anni ma le condizioni generali del parchetto sono andate via via peggiorando sempre più, fino a trasformarlo in un luogo semi-abbandonato a se stesso. Già anni fa il mio compagno Alessandro Ferrario si fece carico di provvedere ad alcuni lavori di riparazione atti alla sicurezza dei nostri cani – commenta con fierezza Roberta Bichisao – abbiamo deciso così di unirci e creare un gruppo che amiamo definire di “Cani Felici” con l’unico obiettivo di rendere vivibile, ordinato e pulito questo angolino verde della città, per amore dei nostri amici a quattro zampe”.

Corre la cagnolina Stella e con lei la sua “padroncina” Paola Rigamonti accompagnata da suo figlio Stefano.

WP_20150606_012 (1)“Dopo esserci conosciuti ed aver condiviso disagi e difficoltà, ma anche momenti speciali e felici con i nostri quadrupedi, abbiamo pensato di creare un bel gruppo su Whatsapp che ha immediatamente dato il via a tante idee e suggerimenti mirati ad un primo obiettivo: rendere vivibile il parchetto comunale dove abitualmente portiamo i nostri cani. Abbiamo richiesto un incontro in Comune con l’Assessore delegato, Antonio Marrazzo, per analizzare le problematiche e concordare un intervento pratico con l’Amministrazione comunale. L’Assessore si è mostrato attento e molto disponibile ed insieme siamo riusciti a concordare un piano di risanamento dell’area, partendo dalle piccole cose, prima fra tutte la pulizia, il ripristino e la sicurezza”. Poi il Comune farà l’allacciamento dell’acqua.

“Non abbiamo esitato ad offrire il nostro impegno pratico mettendo a disposizione la nostra passione e il nostro lavoro, dando anche qualche soldino per acquistare  attrezzature utili per apportare alcune migliorie” aggiunge Giulia, una giovane molto votata alla causa.

Non abbiamo perso un attimo – prosegue Valerio Grumeza – siamo andanti ad acquistare il materiale necessario e ci siamo messi subito al lavoro”. Il tutto nonostante il caldo afoso di questi giorni. Chi meglio di noi sa quanto sia importante per una cane poter scorrazzare e giocare liberamente in un’area verde, pulita e protetta” aggiungono Lucrezia ed Eleonora. “…e tenendola bene si regala anche un aspetto migliore alla nostra città” conclude un’abitante della zona, contenta del progetto messo in atto dal gruppo di cittadini monzesi.

CIMG5739L’iniziativa ha così trovato il completo appoggio da parte dei residenti del quartiere e non solo dei possessori dei cani. Sorge, però, spontaneo chiedersi se questo grande ed ammirevole impegno possa perdurare nel tempo ma la risposta non tarda a giungere. Quasi in coro gli interessati ci spiegano, infatti, che ogni proprietario si impegnerà, con estrema costanza, ad adempiere ai suoi piccoli doveri, con grande civiltà e rispetto degli altri; che si tenterà di scoraggiare sempre più gli atti vandalici e danneggiamenti, compiuti per lo più nelle ore notturne, e che, di tanto in tanto, come in ogni sodalizio che si rispetti, verranno convocate riunioni, nelle quali protagonisti assoluti saranno la condivisione e lo scambio di opinioni, nonché l’analisi di eventuali problematiche o di nuove necessità emerse. In questo dialogo a più voci, emerge come si possano sviluppare belle idee, partendo dall’unità di intenti e dalle piccole cose.

Un quartiere, infondo, è la rappresentazione in scala della città e quindi possiamo dire che questa iniziativa, oltre a giovare a Monza, può essere additata come esempio di fattiva collaborazione tra amministrazione locale e cittadinanza. Questa volta il tutto nel segno dell’amore per i cani, la prossima chissà. L’importante è sempre far leva sulla parola “amore”.

Testo e foto di Elizabeth Gaeta

Print Friendly, PDF & Email