Itinerari News

Da Lierna a Varenna lungo il Sentiero del Viandante

Studio Associato MSC - Treviso

Varenna

La bellissima ascesa parte dal piazzale della stazione di Lierna e termina alla stazione di Varenna, percorrendo un sentiero denominato “Variante Alta del Sentiero del Viandante”. Da una altitudine di 225 metri della stazione di Lierna si sale fino ai 1000 metri di Ortanella, frazione di Esino Lario, con un dislivello di circa 800 metri.

Il sentiero è contraddistinto con il numero 71 che, se percorso interamente porta alla Forcella dell’Alpe a 1125 metri, incrociando nella parte bassa alcune varianti di sentiero indicate come 71a, 71b.

Chiesa sentiero viandanteDato che la meta è invece Varenna la direzione da seguire nell’ultimo tratto è quella di San Pietro in Ortanella (998m), dove si può visitare l’omonima chiesa in stile romanico di prima del 1200, oltreché uno spettacolare panorama della parte centrale del Lario.

E’ questo un sentiero splendidamente panoramico, forse il più bello di tutte le tratte del Sentiero del Viandante, con alcune viste veramente mozzafiato, come quella alla Croce di Brentalone (653 m) con vista su Bellagio e sull’intero lago di Como, che proprio in quel punto si divide nei fatidici due rami, con vista dei Corni da Canzo e delle vette alpine, per non parlare poi della vista di Varenna dall’alto, del Castello di Vezio e di Villa Monastero.

La discesa verso Varenna avviene attraverso un sentiero molto scosceso, ripido e sassoso.

Il tempo di percorrenza medio dell’intero percorso è di circa 5 ore (alcune guide riportano però 3 ore e 45) che è quello più verosimile con una andatura di camminatori della domenica, con qualche breve sosta per dissetarsi e scattare qualche doverosa fotografia ricordo dello stupendo paesaggio.

Varenna1

Sentiero del Viandante

Per chi non avesse mai sentito nominare il Sentiero del Viandante vale la pena di specificare che è un suggestivo percorso di circa 46 Km che parte da Abbadia Lariana ed arriva a Colico. Anticamente era la via di comunicazione tra Milano la Valtellina e le Alpi, ed era altamente utilizzato da mercanti e viandanti, oltreché dalle soldatesche mercenarie che calavano da nord. Attraversava Lecco e collegava via via tutti i paesi della costa orientale del Lario, anche se talvolta è stato stravolto dal tracciato della linea ferroviaria e della Superstrada.

 A cura di Mario Verpelli
con il Gruppo Escursionistico Barzaghese

Print Friendly, PDF & Email