News Sport

Calcio Serie D, il Monza ipoteca la salvezza

Studio Associato MSC - Treviso

Loris Palazzo cannoniere biancorosso

Loris Palazzo cannoniere biancorosso

Battendo al Brianteo, a porte chiuse, con il netto punteggio di 3-0 il Fiorenzuola, avversario diretto, ora distanziato di ben 14 lunghezze, il Monza 1912 torna alla vittoria dopo cinque turni d’astinenza (l’ultimo successo risaliva al 6 marzo scorso, in casa, contro la Grumellese, con alla guida l’ex tecnico Salvioni) e mette una seria ipoteca sulla salvezza.

Ora manca solo la certezza matematica per il raggiungimento di questo traguardo, divenuto di primaria importanza cammin facendo, dopo essere partiti, per il primo campionato di serie D, a seguito del secondo fallimento della storia biancorossa, con ben altre aspirazioni. Ma a quota 45, al decimo posto in classifica, Cattaneo e compagni possono finalmente, a tre giornate dalla conclusione del campionato, fare sonni tranquilli. Per di più i prossimi avversari, prima della chiusura a Seregno, contro la quarta in classifica, ma alle prese con una gravissima crisi societaria, sono il MapelloBonate in trasferta ed il Caravaggio in casa, squadre alquanto modeste, che occupano rispettivamente il terzultimo ed il penultimo posto in graduatoria con 31 e 29 punti.

In uno stadio pressoché deserto, presenti solo gli addetti ai lavori e l’immancabile super tifoso Angelo Scotti, in rappresentanza del gruppetto dei  supporter locali, rimasto sul piazzale della biglietteria, con l’unica nota di colore rappresentata dagli annunci e dalla musica del vicino circo, il Monza, senza peraltro dannarsi l’anima, ha liquidato la pratica Fiorenzuola con un gol di Cattaneo ed una doppietta di Palazzo, gli unici giocatori con il centravanti Soragna, che meriterebbero una conferma per il prossimo anno.

Tutte nel primo tempo le reti, la prima delle quali siglata dal capitano di testa, agevolata da una ‘papera’ del portiere D’Apolito, chiamato a sostituire il titolare Tommaso Corradi,  squalificato dal Giudice sportivo della Lega per 3 giornate.

La partita, a parte le marcature, non ha offerto altri spunti d’interesse, con gli ospiti più manovrieri, soprattutto nelle fasi iniziali della gara, ma decisamente poco incisivi ed i padroni di casa attenti a controllare, con ritmi blandi, la situazione.

Prossima partita, domenica 24 aprile, nella bergamasca, contro il MapelloBonate, sperando che il sole illumini il campo, anche perché, in caso di pioggia, giornalisti e tifosi al seguito sarebbero costretti a stare sotto l’acqua, al pari dei giocatori, per 90’, non disponendo il piccolo stadio di tribune coperte.

‘’Penso che questa vittoria – ha detto il bomber biancorosso Loris Palazzo, arrivato, grazie anche alle tre reti realizzate con il Bisceglie ad inizio stagione, a quota 14 nella classifica marcatori – sia stata coltivata sin dal giorno del ritorno del mister Delpiano. E’ giunta dopo due pareggi importanti, in rimonta e questo ci fa capire come la squadra stia crescendo. Il gol del vantaggio di Cattaneo ci ha indubbiamente aperto la strada verso il successo, poi la mia doppietta ha messo al sicuro il risultato. Siamo stati, comunque, tutti bravi, indistintamente ed i tre punti conquistati rappresentano il giusto premio. Al contrario di altri miei compagni, che in passato hanno giustificato prestazioni opache e deludenti risultati con il condizionamento del pubblico, posso tranquillamente affermare di non aver mai avuto questi problemi. Io quando entro in campo sono solito isolarmi ed a non farmi influenzare dai giudizi dei tifosi. Meglio, comunque, giocare con la solita cornice di pubblico, per sentire il match più vero, meno asettico, come non ci è stato possibile fare contro il Fiorenzuola per le note decisioni del Giudice sportivo. Ho sentito che i tifosi vedrebbero di buon grado una mia conferma per la prossima stagione. La cosa mi fa molto piacere. Il Monza è una grande società e la mia speranza è certamente quella di poter restare, per poter dimostrare ancor di più il mio valore e per contribuire a quell’annata di grandi successi che tutti gli sportivi brianzoli giustamente si aspettano e sono convinto ci sarà’’.    

Da segnalare, al termine della gara con il Fiorenzuola, nell’atrio tra gli spogliatoi e la sala stampa, un acceso ed antipatico scontro verbale tra il direttore sportivo dei biancorossi Filippo Antonelli Agomeri ed il direttore di Monza News Stefano Peduzzi, alla presenza di diversi colleghi e dell’addetto stampa Marco Ravasi.

Invitato dal giornalista a rilasciare qualche dichiarazione ufficiale della società, visto che anche l’allenatore Delpiano dal giorno del suo ritorno in panchina ha deciso di non parlare al termine delle partite di campionato, il dirigente si è rifiutato, accusando il direttore di trasmettere in continuazione negatività agli sportivi monzesi. Per contro, Peduzzi, a gran voce, ha ricordato al dirigente le grosse responsabilità di questa disgraziatissima stagione, per la scelta poco felice dei giocatori e per l’insistenza nel proporre, per la sostituzione di Delpiano, un allenatore inadeguato, fermo da due anni, che, se confermato, come da lui sostenuto contro il parere del presidente, avrebbe portato, a suo dire, il Monza direttamente in Eccellenza.

Il graffiante scambio di opinioni si è concluso con le chiare preoccupazioni di Peduzzi per la ventilata conferma del direttore sportivo anche per la prossima stagione e con l’intenzione di Antonelli Agomeri di chiudere in futuro qualsiasi dialogo con il direttore.

Visto il clima da camomilla in campo, ci hanno pensato, evidentemente, altri a ravvivare, nei freddi locali del Brianteo, il sonnecchiante ambiente biancorosso. Per la serie, nonostante tutto, lo show continua.

Enzo Mauri

Print Friendly, PDF & Email