Arte e Cultura Nel weekend

Briosco, Erik Dietman a Fondazione Rossini

Studio Associato MSC - Treviso

Erik Dietman - Rossini Art Site - BrioscoA Fondazione Rossini di Briosco, presso il parco di sculture Art Site e presente fino al 31 luglio 2016, la mostra Erik Dietman, a cura di Francesca Guerisoli, dedicata alla produzione scultorea dell’artista di origini svedesi, trasferitosi in Francia, che si avvicinò alle correnti del Noveau Réalisme e del Fluxus.

Diciotto sculture di diverse dimensioni testimoniano la particolarità della produzione dell’artista, che si muove tra le ferite e le contraddizioni del suo tempo, tingendo il fondo sempre di uno spiccato senso dell’umorismo.

La mostra si compone di due nuclei di opere che risalgono agli anni Novanta: una selezione di sculture di grandi dimensioni, parte della collezione Rossini, e un gruppo di sculture in bronzo di piccole dimensioni, provenienti dalla Galleria Papillon di Parigi.

Opere modellate dall’artista e opere realizzate con l’ausilio di macchinari industriali: in entrambi i casi le sculture assumono forme straordinarie, mai scontate. La materia crea personaggi di fantasia, tra l’unico e il visionario.

Ad un anno dalla scomparsa di Alberto Rossini, Erik Dietman occupa il primo posto nel ciclo “Gli amici di Alberto Rossini”, dedicato a tutti gli artisti che, nel tempo, hanno intrattenuto rapporti di lavoro e di amicizia con l’artista.

Della collezione Rossini fanno parte una decina di opere di Dietman, frutto di uno scambio tra artista e collezionista e della sperimentazione progettuale del programma CAD, utilizzato da Dietman avvalendosi delle competenze di Ranger, industria fondata da Alberto Rossini e fortemente attiva come partner di componenti per l’industria automobilistica. Dietman, infatti, fu impressionato dai processi di fresatura a cinque assi ai quali aveva assistito e propose a Rossini la realizzazione di opere che si avvalessero della tecnologia impiegata nell’industria. Da questo connubio, tra il 1999 e il 2002, nacque una serie di opere in alluminio, ghisa e acciaio, ora in parte nella collezione Rossini ed in parte presso collezioni del Nord Europa.

A completare l’esposizione: disegni, progetti, lettere, ideo e altri documenti che raccontano e mostrano l’intenso rapporto di amicizia esistente al tempo tra Rossini e Dietman e non mancano di spiegare meglio le tecniche e le modalità attraverso le quali l’artista collaborava con l’industria per dare vita alle sue opere.

Elizabeth Gaeta

 

ERIK DIETMAN

Dal 14 maggio al 31 luglio 2016

Fondazione Pietro Rossini – Rossini Art Site 

Vial Col del Frejus, 3 -20836 Briosco (MB)

Ingresso Libero

Orari

Da mercoledì a domenica dalle 10.30 alle 20.30 (ultimo ingresso un’ora prima della chiusura)

Info

www.rossiniartsite.com

info@rossiniartsite.com

Print Friendly, PDF & Email