Motori News

Blancpain Series, tra i protagonisti il dentista volante di Correzzana

Studio Associato MSC - Treviso

Lorenzo Bontempelli

Lorenzo Bontempelli

Lorenzo Bontempelli, il ‘dentista volante di Correzzana’, proprietario di studi odontoiatrici d’avanguardia, è tornato a colpire nel motorsport a quattro ruote, dopo essere stato bicampione del mondo del Ferrari Challange, nel 2006 con la 360 Modena e nel 2011 con la 458 Italia, nonché campione internazionale del GT Open.

A Monza, nel primo round stagionale della Blancpain Endurance Series, il cinquantenne pilota nato a Sesto San Giovanni ha conquistato, insieme all’ex pilota della Ferrari di F.1 Giancarlo Fisichella ed al giapponese Ishikawa Motoaki, al volante della nuovissima Ferrari 488 GT3 del Team AF Corse, un brillantissimo secondo posto nella classe ‘Pro-Am’ ed un onorevole piazzamento, decimo, nella classifica assoluta della gara.

Sorprendente il finale di corsa del campione romano che, ereditata la splendida rossa di Maranello in 25° posizione, è riuscito, con una serie di giri veloci poco sopra 1’48’’ e di sorpassi da brividi, a scavalcare, uno dopo l’altro, ben 15 avversari.

Arrivo incandescente anche per le due auto di testa, la McLaren 6560S e la Mercedes GT3 AMG, con un incredibile finale in volata, dopo 180 minuti di gara e con la vittoria della macchina inglese, alla media di 185.0 Km/h. Terza la Bentley, staccata di quasi 30 secondi, quarta la Nissan e quinta la Ferrari del team Kessel, prima della classe ‘Pro-Am’.

Successo per le gare Gran Turismo della Blancpain Series all'Autodromo Nazionale

Successo per le gare Gran Turismo della Blancpain Series all’Autodromo Nazionale

L’appetitoso colpo d’occhio del paddock e le performance di oltre 150 splendide vetture hanno richiamato all’Autodromo Nazionale Monza nel fine settimana ben 22.000 spettatori (10 per cento in più, rispetto allo scorso anno).

Ma torniamo al nostro ‘dentista volante’, denominazione ereditata da un grande pilota del passato, pure lui odontoiatra, il leggendario Tony Brooks, vincitore del G.P. d’Italia a Monza nel 1958 al volante della Vanwall, protagonista in carriera di 38 gran premi, con sei vittorie, 3 pole position, 3 giri veloci ed 11 podi complessivi.

Lorenzo Bontempelli nasce a Sesto San Giovanni il 31 ottobre 1965. Come tanti bambini, manifesta subito una grande passione per tutto ciò che si muove sulle ruote, dal triciclo alla macchina a pedali, dalla bicicletta da cross allo skateboard, dal ‘carrellotto’ al motorino.  A tredici arriva la prima vera moto da cross, ilCaballero’ della Fantic Motor di Barzago. Lorenzo si cimenta così nelle prime impennate ed organizza le prime gare tra amici nei boschi ed in campagna, facendo cross. Di nascosto, sempre sulle strade sterrate della Brianza, compie i primi esperimenti al volante di una vettura, mentre a sedici anni prova il brivido della competizione su due ruote, con le prime gare con la 125 da cross. La febbre della velocità si fa sempre più insistente e con essa il desiderio di guidare una vera e propria auto da corsa. Dopo i primi giri con un kart amatoriale, finalmente arriva la tanto attesa prima prova con un kart da competizione. I risultati appaiono da subito molto incoraggianti, ma il problema budget compromette tutto. Trascorrono gli anni, la passione resta e cresce, finché nel 1993,  finalmente, ha inizio l’avventura agonistica di Lorenzo Bontempelli pilota, partendo dalla Formula Junior Monza, proseguendo nelle varie categorie Renault, sino all’arrivo, nel 2002, nel Ferrari Challenge con il Team Motor-Malucelli, con il quale, nel 2003, all’A1-Ring,  in Austria, conquista la sua prima vittoria nel monomarca del Cavallino Rampante.

Dal 2004, il pilota di Correzzana, paesino al confine di Lesmo, fa parte del Team Rossocorsa,  con il quale gareggia anche nella stagione 2005 in coppia con Sandro Montani, conquistando, tra l’altro, una splendida vittoria a Monza. La stagione successiva è corredata da una serie di successi senza fine. Su 14 gare, figurano 7 vittorie e 4 secondi posti, 9 pole-position e 9 giri più veloci, oltre alla ‘perla’ della Finale Mondiale, che regala a Lorenzo Bontempelli il prestigioso titolo di Campione del Mondo del Ferrari Challenge-Trofeo Pirelli nella serie dedicata alle 360.  Nel 2007 il pilota brianzolo ha gareggiato ancora nel Ferrari Challenge con la 430 Challenge del Team Rossocorsa. Con il numero 2 sulla fiancata, Lorenzo si è schierato nel campionato monomarca della Ferrari nel Trofeo Pirelli, conquistando una vittoria proprio sul tacciato di Monza e chiudendo il campionato al terzo posto, posizione poi confermata nelle Finali Mondiali del Mugello. Quella dellInternational Open GT Championship, campionato continentale che lo vedrà protagonista sui tracciati di mezza Europa, è la dimensione internazionale che più si addice a Bontempelli, che, dopo aver conquistato nel 2009 il Titolo Italiano Gran Turismo nella classe GT3 con la Kessel Racing, nel 2010 si deve arrendere solo all’ultima gara a Frezza nel GT Open, mentre nel 2011 trionfa nella classe GTS in coppia con Gattuso, in un fantastico fine settimana di Barcellona. Sono, quindi, sei le vittorie nell’Open GT. Bontempelli sale sul gradino più alto del podio ad Imola, Magny Cours, Spa-Francorchamps, Brands Hatch, A1-Ring e Barcellona. Ma il 2011 è anche l’anno del secondo titolo mondiale nel Ferrari Challenge. Un trionfo conquistato al Mugello, davanti a tutti i migliori specialisti del monomarca del Cavallino Rampante. Gli anni seguenti, iniziati  nel 2012 subito con la vittoria nella ‘4 Ore di Monza’, al volante della fedelissima 458 GT3 della Kessel Racing, insieme a Daniel Zampieri ed a Caccia, sono all’insegna di prestazioni sempre al vertice, sino all’ultimo prestigioso secondo posto nella classe ‘Pro-Am’ del Blancpain Endurance Series, della scorsa domenica.

Prossimo appuntamento sportivo in Autodromo, con ingresso libero, la settimana prossima, dal 29 aprile al 1 maggio, con l’Aci Racing Week End, che vede in programma gare del Campionato Italiano Gran Turismo e Sport Prototipi, del F.2 Italian Trophy, della Porsche Carrera Cup Italia e del Trofeo Nazionale Abarth.

Enzo Mauri

Print Friendly, PDF & Email