Itinerari News

Bellezza in bicicletta tra le Ville Gentilizie lombarde

Studio Associato MSC - Treviso

Villa Tittoni Desio

Villa Tittoni a Desio

Ad Ottobre ogni domenica ci saranno tre diversi itinerari cicloturistici guidati tra le Ville Gentilizie e il Bosco delle Querce, con sconti sui biglietti d’ingresso alle ville e sul noleggio delle bici.

Metti 5 incantevoli ‘ville di delizia’ e 1 bosco ‘speciale’ a nord di Milano immersi in un affascinante Parco naturalistico, una passione per la due ruote e la voglia di trascorrere una domenica d’ottobre in famiglia o con gli amici tra arte e natura: ecco a voi ‘Bellezza in bicicletta‘, percorsi cicloturistici guidati alla scoperta delle Ville Gentilizie, del Bosco delle Querce e del Parco delle Groane, promossi dal Sistema Ville Gentilizie Lombarde in collaborazione con la Fabbrica dei Segni.

Scegliete la partenza, i km da percorrere, i posti da visitare…

Il primo passo è semplicissimo! Selezionate, senza prenotazione né costo di iscrizione, uno fra i 3 diversi percorsi proposti ogni domenica, abbinando il luogo da cui volete partire (i punti di ritrovo sono Villa Litta a Lainate, Palazzo Arese Borromeo a Cesano Maderno e Villa Arconati a Castellazzo di Bollate), i km che volete percorrere (si va da una lunghezza minima di 10 km a una massima di 25, ma non è obbligatorio seguire l’intero percorso) e i posti che volete visitare (Villa Arconati di Bollate, Palazzo Arese Borromeo di Cesano Maderno, Villa Tittoni di Desio, Villa Visconti Borromeo Litta di Lainate, Villa Crivelli Pusterla di Limbiate, il Bosco delle Querce di Seveso e Meda).

Il Bosco delle Querce

Il Bosco delle Querce

La domenica mattina presentatevi all’ingresso delle ville indicate come punto di ritrovo del percorso scelto e, se non arrivate già con la vostra bici, potete affittarne una con sconto del 50% sulla tariffa base nei vicini Velo Point, le postazioni per il noleggio attivate grazie all’iniziativa VeloExpo. Vi verrà poi consegnato un braccialetto (ce ne sarà uno di un colore diverso per ogni domenica) che vi permetterà di accedere alla visita nelle ville a prezzo scontato e, se previsto, di gustare l’aperitivo offerto dagli organizzatori al termine del percorso.

… e lasciatevi guidare!

Dopo queste piccole formalità, sarete pronti per immergervi con la vostra guida accompagnatrice in una affascinante passeggiata su due ruote che, attraversando percorsi ciclabili e collegamenti stradali, vi condurrà tra le bellezze naturali del Parco delle Groane e del Bosco delle Querce, con una o due soste alle Ville Gentilizie per una visita guidata ai loro magnifici parchi e agli imponenti saloni e spazi interni. All’ora di pranzo, prima di riprendere o concludere il tour, se avrete voglia di una allegra tavolata in compagnia potete scegliere di fermarvi in uno dei locali nei dintorni, che la vostra guida sarà lieta di indicarvi. Al termine della pedalata, poi, se avete ancora voglia di deliziarvi tra le bellezze del luogo di arrivo, potrete lasciarvi coinvolgere degli eventi che andranno in scena nella domenica del vostro tour: un aperitivo a ingresso libero, un concerto di musica classica, una mostra, una fiera, un festival.

Gli itinerari potrebbero subire delle variazioni; in caso di maltempo i tour sono sospesi.

Per maggiori informazioni sull’iniziativa visitare il sito www.veloexpo.it oppure contattare la Fabbrica dei Segni al numero 02 92868540 oppure scrivere all’indirizzo info@veloexpo.it

Il Sistema Integrato delle Ville Gentilizie Lombarde per EXPO. Nato nel 2010 a chiusura di un percorso di studio avviato da Regione Lombardia e Fondazione Cariplo, il Sistema Integrato delle Ville Gentilizie Lombarde (www.villegentilizielombarde.org) è riuscito a mettere in rete patrimoni storico-artistici d’inestimabile valore come Villa Arconati di Bollate, Palazzo Arese Borromeo di Cesano Maderno, Villa Cusani Tittoni Traversi di Desio, Villa Visconti Borromeo Litta di Lainate, Villa Crivelli Pusterla di Limbiate. Con un rinnovato impegno grazie a Regione Lombardia riprende nel 2015 la valorizzazione del Sistema, aprendosi anche al Bosco delle Querce di Seveso e Meda.

Print Friendly, PDF & Email