News

Apre il tunnel di Pusiano, Lecco e Como ora sono più vicine

Studio Associato MSC - Treviso

Tunnel di PusianoPer Pusiano e per parte della Provincia di Como quella odierna può essere considerata una data storica: cinque minuti prima delle 13, al termine di un’affollata cerimonia inaugurale, è stato aperto al traffico veicolare il tanto atteso tunnel che “salta” il Comune lacustre, unendo più velocemente Lecco a Como e alleggerendo notevolmente il traffico di attraversamento, in particolare per quanto riguarda i mezzi pesanti e non solo, diminuendo le code, con benefici sull’ambiente che vanno ben oltre l’impatto ambientale che pure ha avuto la grande opera.

Il compito di apripista è toccato ad un’auto della Polizia Locale di Pusiano che ha guidato il corteo festante e rumoroso nella direzione da Lecco verso Erba. Poco dopo la galleria è stata aperta in entrambe le direzione marcando definitivamente il 3 agosto 2016 come data storica per la viabilità locale.

L’ingegner Bruno Tarantola dalla Provincia di Como, responsabile del progetto, ha aperto la cerimonia inaugurale poco dopo le 11, presentando in sintesi i lavori che si sono conclusi in anticipo rispetto ai tempi di consegna prospettati.

“In pochi credevano che ce l’avremmo fatta, ma ce l’abbiamo fatta. Siamo stati un po’ più bravi di quanto aveva previsto il crono-programma e abbiamo finito i lavori in due anni e otto mesi, con quattro mesi di anticipo – ha detto Tarantola, che ha seguito i lavori dall’inizio alla fine – Per raggiungere un traguardo così importante servono tre ingredienti: una buona progettazione, una buona direzione dei lavori e un’impresa ben organizzata. Noi li abbiamo avuti tutti e tre. Ringrazio la Cossi, in particolar modo il suo direttore tecnico Andrea Bera, ringrazio l’ex assessore ai lavori pubblici della Provincia di Como Pietro Cinquesanti, fervido sostenitore dell’iniziativa, e ringrazio tutti coloro che hanno permesso quest’opera, è un grande giorno per Pusiano e il territorio”.

Grande la soddisfazione del Presidente della Provincia Maria Rita Livio che ha sottolineato l’importanza dell’opera per il territorio che guarda al turismo lacustre e non solo come ha ricordato il Sindaco di Pusiano Andrea Maspero.

“Quest’opera è un’opportunità incredibile che va ben sfruttata, non solo da Pusiano, bensì da tutto il nostro territorio. Da Sindaco riuscire a vedere cominciare un lavoro e assistere alla sua fine e inaugurazione è qualcosa di incredibile, sono molto commosso”

Alla cerimonia inaugurale era presente anche il presidente della Provincia di Lecco, Flavio Polano, oltre al sindaco di Erba Marcella Tili. Dopo la benedizione di don Antonio Crippa, si è registrato l’assalto al buffet con il classico brindisi bene augurante.

L’opera è costata circa 33 milioni di euro, pagati per un terzo dalla Regione Lombardia e per la rimanente parte dalla Provincia di Como. La moderna variante si sviluppa su un percorso di poco più di 2 km, che va dalla rotonda di Pusiano fino a quella prima di Eupilio. 544 metri sono di tunnel artificiale e 816 metri di galleria naturale (scavata a colpi di dinamite avanzando in media tre metri al giorno).

Il progetto, partito nel 2002, si è avvalso della competenze di massini esperti del settore e ha preso in considerazione diverse ipotesi di attuazione prima di arrivare alla pianificazione definitiva e all’avvio del cantiere nel 2013.

Ma come in tutte le cose, ci sono tanti pro e anche qualche contro più che altro riferito alle famiglie che durante i lavori di scavo hanno subito danni. Il Sindaco Maspero non ha mancato di ricordarle dicendo: “Non possiamo negare che i disagi ci sono stati, ma posso assicurare che non si è trattato di malafede. Il mio auspicio è che ora, a lavori completati, si possa trovare una soluzione per risarcire le famiglie dei danni subiti”.

Nella galleria sono state predisposte ogni 300 metri piazzole allarmate: alla fermata di una vettura scatta subito la chiamata d’emergenza. Postazioni antincendio ogni 75 metri alternate a destra e a sinistra e anche due uscite di emergenza poste a circa un terzo della galleria da un lato e dall’altro. In caso di incendio si innesca un sistema di ventilazione che fa allontanare il fumo senza spingerlo verso le due aperture di sicurezza. L’illuminazione è a led, che assicurano buona luminosità con risparmio. Infine, un moderno dispositivo controlla il controllo del traffico in continuo. Agli automobilisti indisciplinati è però il caso di ricordare che siamo a Pusiano e non sotto il tunnel di Montecarlo durante il Gran Premio.

c.g.

Print Friendly, PDF & Email