News

Acquisto prima casa, quali sono i costi da affrontare

Brianza Acque

L’acquisto della prima casa, un sogno per tantissimi italiani che comporta una serie di spese da mettere in preventivo oltre che alcune agevolazioni che la legge del nostro paese riconosce per questo genere di proprietà. Quando si decide di imbarcarsi in questo genere di acquisto ci sono tante spese significative che si aggiungono a quelle materiali della compravendita legate al costo dell’immobile: dalle imposte alle spese di mutuo passando per i costi notarili. Vediamo una rapida carrellata di questi costi da affrontare.

I costi extra per acquisto prima casa

I principali costi da considerare quando si procede all’acquisto della prima casa sono:

  • Acconto: L’acconto è una somma di denaro che il compratore versa al momento dell’acquisto della casa. L’importo dell’acconto varia a seconda della politica della banca o del fondo di credito ipotecario. In genere, l’acconto minimo è del 10% del prezzo di acquisto.
  • Tasso di interesse: Il tasso di interesse è il costo del denaro che la banca o il fondo di credito ipotecario addebita al compratore per il prestito. Il tasso di interesse varia a seconda della situazione finanziaria del compratore e delle condizioni del mercato.
  • Spese di perizia: Le spese di perizia sono le spese sostenute per valutare la casa da acquistare. Le spese di perizia variano a seconda della banca o del fondo di credito ipotecario. In genere, le spese di perizia sono pari allo 0,1-0,2% del prezzo di acquisto.
  • Spese notarili: Le spese notarili sono sostenute per registrare il contratto di compravendita della casa e variano a seconda della regione. In genere, sono pari all’1% del prezzo di acquisto. È possibile oggi effettuare anche richiesta online di preventivo personalizzato per conoscere in anticipo a quanto ammonteranno le spese notarili.
  • Spese di istruttoria: Le spese di istruttoria sono le spese sostenute dalla banca o dal fondo di credito ipotecario per elaborare la richiesta di mutuo e variano a seconda della banca o del fondo di credito ipotecario. In genere, le spese di istruttoria sono pari allo 0,5-1% dell’importo del prestito.
  • Spese di assicurazione: L’assicurazione sulla casa è obbligatoria per la maggior parte dei mutui e copre i danni alla casa in caso di incendio, inondazione o altri eventi imprevisti. Le spese di assicurazione sulla casa variano a seconda della compagnia di assicurazione e della polizza.
  • Spese di imposta di registro: L’imposta di registro è una tassa che si paga al momento della registrazione del contratto di compravendita della casa. L’imposta di registro varia a seconda della regione, in genere, è pari al 2% del prezzo di acquisto.
  • Spese di intermediazione: Le spese di intermediazione sono le spese sostenute per l’utilizzo dei servizi di un agente immobiliare: variano a seconda dell’agenzia immobiliare. In genere, le spese di intermediazione sono pari al 3% del prezzo di acquisto, di cui il 1,5% è a carico del compratore e il 1,5% è a carico del venditore.


È importante pianificare in anticipo i costi che si dovranno affrontare per l’acquisto della prima casa. In questo modo, si eviterà di incorrere in sorprese spiacevoli.

Print Friendly, PDF & Email