Itinerari

A Lissolo parte il Sentiero dei Proverbi

Studio Associato MSC - Treviso

Domenica 5 luglio l’inaugurazione ufficiale del particolare percorso voluto per i turisti dagli abitanti dell’antico borgo che hanno voluto recuperare pezzi della saggezza popolare.

Locandina LissoloIl Lissolo è una località perlopiù boschiva che domina la collina de La Valletta Brianza (già Perego) e che per gli appassionati di ciclismo è caratterizzato da un tratto di strada impegnativo che sale dal Monastero della Bernaga per raggiungere quota 520 mt slm., tratto che viene percorso anche dal Giro di Lombardia con tanto di diretta tv. Da sempre è considerato dalle genti di Brianza una località tra le più interessanti dal punto di vista paesaggistico e turistico, sia per passeggiare piacevolmente a piedi, sia in mountain bike o a cavallo lungo i sentieri del Parco regionale di Montevecchia e della Valle del Curone.

Da giugno si può passeggiare lungo il primo Sentiero dei Proverbi brianzoli che gli abitanti del borgo antico hanno voluto fortemente realizzare per il piacere di riscoprire le radici contadine e profonde di un luogo tanto impregnato di storia e bellezza quanto poco segnalato dalle guide turistiche territoriali e regionali.
L’escursionista, il turista, il viandante possono camminare lungo il sentiero «a corona» (l’anello più breve e tra i più alti del Parco, segnalato dagli inconfondibili cartelli) che si snoda per 2 chilometri partendo dal piccolo centro storico del borgo, percorrendo tutta la via Trieste sino allo sterrato dove una grande bacheca ospiterà la mappa del «Sentiero dei proverbi». Partenza e arrivo ideali che danno modo a chiunque di sostare in questo luogo per riposarsi e rifocillarsi eventualmente al sacco, nel rispetto della natura e dell’ambiente privato, messo a disposizione con generosità dai proprietari che vi abitano. Da qui ci si può addentrare nel bosco lungo un facile percorso che scendendo e risalendo porta dritto al Monastero della Bernaga, da cui risalire e raggiungere il punto di partenza.

Il Sentiero dei Proverbi è trapuntato da una sessantina di spesse tavole di legno recanti un proverbio popolare ispirato a un mondo di valori antichi e tradizioni tipicamente brianzole con relativa traduzione in italiano, accompagnato dai simpaticissimi disegni del noto illustratore Filippo Brunello. Ma non è tutto, perché sulle tavole numerate (in costa) appare anche una parola o un verso inciso a fuoco sul legno. Ogni parola legata alla precedente e letta di seguito formerà una lirica, intitolata «Squarci», dedicata alla bellezza della flora e della fauna del Lissolo. Non da ultimo, le tavole recano anche il testo del proverbio in Braille, primo esperimento del genere per la gioia degli amici non vedenti. E tanto, tanto altro ancora.

Tradizioni, radici, paesaggio, ambiente, scambi culturali, convivialità e recupero dei valori dimenticati per un turismo sostenibile, sono semi che la gente del Lissolo ha inteso piantare nel fertile terreno di questo progetto per raccogliere in futuro frutti da condividere con coloro cui sta a cuore l’ambiente, la salute psicofisica e un pizzico di cultura, che non guasta mai.
Non da ultimo, occorre ricordare che percorrendo il «Sentiero dei proverbi» e seguendo le indicazioni sulle mappe del Parco di Montevecchia, si possono raggiungere facilmente cascine, luoghi di ristorazione e di produzione di prodotti agricoli, come pure località con panoramiche mozzafiato, tra le più belle dell’alta Brianza.

L’Associazione culturale Pelagus, che ha accolto da subito con entusiasmo questo progetto e che da oggi lo estende anche alle istituzioni e ai media, ringrazia sentitamente i promotori lissolesi per l’impegno profuso nell’ambizioso progetto, in particolare: Giuseppe Palamini per l’idea originale e la realizzazione delle numerose tavole di legno che ospitano i proverbi, Massimo Merati consulente del Parco regionale di Montevecchia e della Valle del Curone per il recupero del legname boschivo utilizzato per le tavole del Sentiero, la Segheria Car.At di Barzago che ha donato il legname per palizzate e per la costruzione del gigantesco tavolo con panchine, l’artista Paolo Menon per la donazione della sua lirica «Squarci» incisa sulle tavole dei proverbi, oltre ad avere messo a disposizione il terreno su cui sostare e incontrarsi.

Un vivo ringraziamento va inoltre a tutta la famiglia Palamini, a Valerio e Giovanni Corno, Antonio Boaretto, Giuliano Crippa, Giuliano Cazzaniga, Massimo Crippa e a tanti altri amici del Lissolo e del Volontariato che hanno condiviso fattivamente l’iniziativa e che si uniranno al già folto gruppo di lavoro, da qui in avanti.
Appuntamento al Lissolo è per domenica 5 luglio alle ore 15,30 per l’inaugurazione del «Sentiero dei proverbi». Seguirà rinfresco.

Print Friendly, PDF & Email