Fiere, Feste, Sagre

A LarioFiere Agrinatura veste i colori dell’inverno

Brianza Acque

Agrinatura Lariofiere

A LarioFiere a Erba la 15a edizione di Agrinatura diventa Winter

Dal 5 all’8 dicembre (dalle 10 alle 19) nel polo fieristico di Erba torna la popolare mostra, declinata per la prima volta nel suo alter-ego invernale

Edizione numero 15 di Agrinatura, la mostra dedicata alla filiera agroalimentare e zootecnica italiana che attraverso il coinvolgimento di Regione Lombardia Agricoltura, della Camera di Commercio di Lecco con i Lab di EcoSmartLand, delle associazioni, dei consorzi e delle aziende agricole, dei parchi naturali, dei ristoratori, degli agronomi e degli allevatori mette in scena la dimensione silvo-rurale dell’inverno nostrano.

La filiera propriamente agroalimentare trova spazio nelle esposizioni delle aziende agricole, vero punto focale di Agrinatura. Durante il Salone le aziende avranno l’opportunità di farsi conoscere, promuovendo e vendendo i propri prodotti, e di allacciare nuove relazioni commerciali con soggetti privati ed istituzionali: lo scopo della mostra rimane quello di dare impulso all’economia del territorio, favorendo l’incontro tra piccoli produttori, aziende di trasformazione, ristoratori e consumatori.

Dopo l’importante successo di pubblico della scorsa edizione torna il Tavolo della Convivialità, un’occasione di integrazione tra i diversi attori della filiera agroalimentare che abbraccia la realtà culinaria italiana indagandone la dimensione verticale: aziende agricole e di trasformazione, piccoli produttori e artigiani illustrano per mezzo di show cooking, degustazioni, laboratori, seminari e presentazioni i molteplici passaggi che accompagnano il viaggio della materia prima italiana al traguardo del piatto finale.

Sullo spazio circolare del Tavolo trovano posto anche le eccellenze provinciali lombarde, distinte e orgogliose, raccolte all’interno di un’unica cornice regionale, che accoglie anche prelibatezze più generalmente lombarde ma declinate in varianti provinciali come la polenta e la cassoeula.

Agrinatura Lariofiere 2La valorizzazione del patrimonio naturalistico si concretizza nella creazione di un’area dedicata interamente alla flora invernale. La foresta dicembrina, esempio di habitat in grado di sopravvivere anche in condizioni climatiche proibitive, insieme alle piante e ai fiori della tradizione natalizia offre spunti di riflessione ecologica in un contesto evocativo.

A rappresentare la filiera zootecnica sono ancora le aziende agricole, insieme a scuderie e associazioni, che attraverso esibizioni, workshop e attività ricreative mirano ad informare, educare e coinvolgere un pubblico che ha sempre meno possibilità di entrare in contatto diretto con la sfera ambientale.  La fauna locale e nazionale si mette in mostra nelle sue molteplici sfaccettature, dai numerosi volatili agli animali da stalla e da cortile, e si raccoglie nella realizzazione del Presepe animale vivente: l’attesa della Natività nel rispetto della tradizione.

Il tema del Natale è infatti uno dei temi portanti di quest’edizione dicembrina di Agrinatura; oltre alle singole iniziative, come il Farmer Market natalizio, l’esposizione del Presepe, le proposte originali in materia di scelta dei doni e del packaging più appropriato, l’intero Salone si veste di bianco e argento attraverso festoni, decorazioni, luminarie e addobbi mutuati dal folclore e dalla tradizione religiosa natalizia.

L’edizione dicembrina si pone quindi in continuità con il gemello primaverile per qualità dell’offerta espositiva nei campi agricolo, enogastronomico e floro-faunistico, optando per una variante improntata sulla dimensione inedita dell’autunno-inverno per continuare ad innovarsi esplorando nuove possibilità.

«Sono contento e soddisfatto per Agrinatura – afferma Giovanni Ciceri, Presidente di Lariofiere –  una mostra che quest’anno arricchisce la sua programmazione annuale con una seconda edizione invernale. Una naturale prosecuzione, che sviluppa argomenti simili sotto un filtro differente: come le stagioni si susseguono nella loro ciclicità, così le tematiche inerenti al comparto agricolo mutano prospettiva mantenendo intatto il proprio nucleo.

Il binomio agricoltura – turismo, fattosi sempre più importante negli ultimi anni, ha tutte le carte in regola per rendersi propulsore dell’economia di un territorio come il nostro, dove alla tradizionale vocazione contadina si affianca una forte propensione all’imprenditorialità e all’innovazione. L’impegno nei confronti della sostenibilità ambientale, con il supporto delle due istituzioni competenti, è un altro punto fermo di Agrinatura, che l’edizione invernale riprende e continua a portare avanti».

Agrinatura Winter vede la collaborazione di Coldiretti Como e Lecco per l’organizzazione di alcuni incontri formativi e laboratori dimostrativi incentrati sulla dimensione agricola ed enogastronomica. Nell’area dedicata alla valorizzazione del patrimonio naturalistico ha luogo l’invasatura delle viole, nella giornata inaugurale di sabato 5 dicembre dalle 15.30 alle 16.00. Durante il laboratorio è possibile scoprire la corretta procedura per trasferire i giovani fiori in vasi dalle dimensioni più adatte alla pianta matura.

Il Tavolo della Convivialità è pronto ad accogliere diverse dimostrazioni aventi per oggetto la tradizione culinaria italiana.

Si inizia domenica 6 alle 16.00 con una degustazione guidata degli oli d’Italia, quando si svelano le fondamentali differenze tra un olio DOP e uno di qualità inferiore per addestrare il palato a non farsi fuorviare da pubblicità ingannevoli. Si prosegue lunedì 7 alle 11.30 con un’iniziativa dedicata agli appassionati di dolciumi: la presentazione con degustazione di marmellate e confetture si propone di soddisfare anche i palati più esigenti grazie a diverse stuzzicanti varietà di frutta. Rifacendosi alle abitudini radicate nelle valli lombarde, lo stesso lunedì alle 15.00 il laboratorio sulla lavorazione del latte mostra come si svolge il procedimento di caseificazione per produrre formaggi prelibati, concentrandosi in particolare sulla produzione del “primo sale”. A coronare i diversi incontri, lunedì dalle 15.00 alle 16.00 Coldiretti coordina nel foyer di Lariofiere l’allestimento del Presepe vivente, espressione visiva d’impatto di un sentimento natalizio che spira per tutta la mostra. La rappresentazione della Natività tocca corde profonde, e la sua presenza è un simbolo imprescindibile che si inserisce nel solco della tradizione religiosa italiana.

Agrinatura Winter rinnova inoltre il connubio con la Permacultura, posto in essere durante la scorsa edizione di maggio 2015 e destinato a durare. La Permacultura rappresenta un metodo che, sulla base di principi e di strategie ecologiche, permette la progettazione e la gestione di paesaggi antropizzati in modo che siano in grado di soddisfare i bisogni della popolazione (cibo, fibre, energia, materie prime) mantenendosi nei binari degli ecosistemi naturali in cui sono inseriti: un modello capace di rinnovarsi autonomamente senza sprechi energetici.

La Provincia di Lecco parteciperà attraverso il Sistema Museale costituito da 29 realtà museali. L’iniziativa intende avvicinare e sensibilizzare il pubblico su tematiche di grande interesse quali la cultura del territorio, il turismo rurale, l’agricoltura e l’ambiente.

Per la Provincia di Lecco si tratta di un’importante occasione per far conoscere e apprezzare ai numerosi visitatori le attività in ambito culturale svolte dai musei del territorio. Presso il padiglione C verranno proposti due laboratori: sabato 5 dicembre alle 15.00 Cruciarte, un allegro cruciverba rivolto ai bambini in età scolare per visitare un giardino botanico; domenica 6 dicembre alle 15.00 Il filo della seta, un’occasione per conoscere il Museo della seta Abegg di Garlate.

Infine, sarà presente alla manifestazione fieristica una selezione di aderenti al Consorzio Brianza che nutre con uno spazio di 90 mq articolato in un percorso di gusti e sapori tra le prelibatezze delle terre briantee: dallo zafferano padano al premiato panettone tradizionale, dal vino IGT ai succhi bio, dalle confetture, conserve, verdure fresche al miele, fino alle pubblicazioni dedicate alla scoperta del territorio. Tutto rigorosamente prodotto in Brianza e di altissima qualità. Per la creazione dello stand il Consorzio ha stretto un accordo con Mobilitaly (Monza), un network di 40 aziende, parte del progetto più ampio di Brianza Experience, che raggruppa 180 ditte artigiane della filiera brianzola del legno e dell’arredo.

Non manca nello stand di Brianza Che Nutre lo Street Food Truck ufficiale del Consorzio: un Bedford di fine anni ’70, inaugurato per l’occasione dai consorziati del settore gastronomico e della ristorazione che proporranno il meglio della cucina locale rivisitata nella formula cibo da strada “made in Brianza“. Un modo informale di consumare un pasto o uno spuntino, presso lo stand o mentre si visita la fiera, senza rinunciare alla qualità delle materie prime.

Il Consorzio mette in vendita in occasione di Agrinatura Winter le Gift Card: una serie di buoni per l’acquisto con validità di un anno per acquistare prodotti locali e vivere esperienze presso gli associati di Brianza Che Nutre. Realizzate in collaborazione con Animagrigia (Bellavite Editore) sono organizzate in quattro tagli diversi, da dieci a cento euro. Un’idea regalo che porterà sulle tavole di Natale la tradizione enogastronomica e l’ospitalità delle nostre terre.

Per chi invece ha già le idee chiare sono disponibili delle eleganti confezioni regalo, da comporre secondo i proprio gusti e preferenze, con caffè, panettone tradizionale, libri sulla storia e le tradizioni del territorio o altre tipicità alimentari.

Nella giornata di apertura del salone, alle ore 17.00 presso la Sala Lario, il Consorzio Brianza Che Nutre organizza per gli operatori del settore il seminario “Fare rete in Agricoltura: opportunità e normative” focalizzato sul tema della rete d’impresa come nuovo strumento per la cooperazione, a cura di Antonio Corbari, orticoltore biologico, docente presso la Scuola di Agraria di Monza e fondatore di una rete d’impresa tra aziende agricole biologiche. Saranno inoltre presenti tecnici delle diverse associazioni di categoria per fare chiarezza su aspetti fiscali e burocratici. All’incontro porterà il saluto l’on. Veronica Tentori in qualità di componente della Commissione Agricoltura della Camera dei Deputati.

Print Friendly, PDF & Email