Arte e Cultura News

Triuggio capitale della poesia dei giovani

Studio Associato MSC - Treviso

Domenica 7 giugno a Villa Taverna la premiazione ufficiale del 24^Premio Internazionale Centro Giovani e Poesia. Intanto parte l’edizione del 25°.

TriuggioA Triuggio parte, nel 1988-89, la storia di un  sogno che si realizzerà nella fondazione, un anno dopo, del CENTRO GIOVANI E POESIA. Una associazione di volontariato socio-culturale, imperniata sull’approccio alla poesia come esperienza di crescita umana. A..A..A , autonomia,autogestione ed autofinanziamento, questa la piccola utopia con cui il Centro è nato e si è sviluppato in questi anni. Una piccola associazione (attualmente conta circa 50 soci, sparsi per l’Italia e l’Europa) con grandi progetti, in parte realizzati ed, in parte, in via di realizzazione: dall’ esperienza dei laboratori di poesia, al Premio Internazionale e gli accordi per la costituzione di  Laboratori permanenti di poesia all’ estero, come momenti di un dialogo interculturale che vede la Poesia come soggetto-oggetto, come protagonista in grado di favorire l’incontro ed il gemellaggio.

Inizialmente, il Laboratorio permanente di poesia era uno solo, quello con la città polacca di Jelcz-Laskowice, in Slesia, a sud di Wroclaw, avviato nel 2000; a questo si è aggiunto un nuovo progetto, in Bulgaria, concretizzatosi con la firma da parte dei Sindaci di Triuggio e di Pernik ( un grosso ex centro minerario, situato a sud di Sofia) di un accordo triennale per la sua sperimentazione.

Triuggio Premio PoesiaCome si è giunti a tutto questo e su quali basi è un po’ il segreto, se vogliamo, la caratteristica del Centro. Una piccola associazione ha maggiore duttilità operativa e capacità di protagonismo ma ha anche lo svantaggio di minori possibilità organizzative e finanziarie, perciò si è cercato di agire sempre tramite sinergie tra enti, singoli ed associazioni, offrendo, come “partner”, il patrimonio di esperienze, per avviare e gestire iniziative e progetti, impensabili in chiave solitaria…

Ecco allora che dal Laboratorio di poesia si passa al Premio Internazionale e da questi ai Laboratori permanenti, coinvolgendo innanzitutto le Amministrazioni Comunali e poi i possibili “sponsor” o collaboratori dal punto di vista economico-finanziario.

“I Laboratori: dove e perché nascono? L’idea parte da una felice intuizione di Ezra Pound all’inizio del Novecento, contenuta nei suoi “Saggi”, pubblicati in Italia nei “Meridiani” Mondadori, che ebbi modo di sviluppare in un “metodo operativo” e di sperimentare nelle Scuole. Pound è un autore che, per i suoi risvolti politici e la sua storia, pochi hanno avuto l’occasione di conoscere ed affrontare. Alcuni anni fa, parlando con dei poeti ucraini, ebbi modo di scoprire che nell’Est europeo era del tutto sconosciuto, perché escluso dalla Enciclopedia sovietica, ma anche in Occidente, il suo passato di collaborazionista del regime fascista e la condanna post bellica del Tribunale americano, non hanno favorito la lettura dei suoi testi. Alcuni anni fa è uscito un testo, che ha avuto molto successo, dal titolo “La Poesia salva la vita”; ebbene, in questo libro sono tantissimi i riferimenti alla esperienza poundiana, anche se non esplicitati”.

Da cosa parte Pound? Da un concetto moderno di “poesia” che ci aiuterà a sintetizzare l’approccio al “fare poesia” in tre indicazioni semplici ma non semplicistiche:

  • a – comunicare in modo “originale”…cioè personale
  • b – fare economia di parole
  • c – cercare il termine più musicale.
Premio Giovani e Poesia Triuggio

Alessandro Villa in uno dei tanti felici momenti di premiazione

Nel frattempo, ai laboratori scolastici, che ho avuto modo di sperimentare, in Italia, da Nord a Sud, si era aggiunto  il Premio Internazionale “Centro Giovani e Poesia – Triuggio”, quest’anno alla sua 24^ edizione, che ci fece superare le frontiere, soprattutto con l’Est europeo, in un periodo in cui cadevano i regimi comunisti e nei giovani di quei Paesi  vi era un grande bisogno di comunicare, di parlare, di scrivere, di conoscere…Cominciano allora i contatti, i viaggi ed il Premio trova ad Est un’eco insperata. In ogni edizione, parteciperanno mediamente oltre 500 autori, di cui un quinto stranieri (quest’anno ben il 42% dei partecipanti), e di questi, la maggioranza dai paesi dell’Est… ma poi tanti da tutto il mondo.

Tra questi contatti, nel 1997, quello con la Polonia e con Jelcz-Laskowice si sviluppa, grazie alla preziosa collaborazione di una amica, un giovane medico, la d.ssa Silvia Kornicka, che mette a disposizione la sua conoscenza linguistica dell’italiano e le sue relazioni con Scuole ed Amministrazione Locali.  La partecipazione  dei giovani polacchi al premio internazionale è l’input di tutto il resto…I loro testi, tradotti in italiano da Silvia e da un’altra collaboratrice che si aggiunge, Barbara Noga, una laureata in lingue e letteratura, di origine polacca ma residente da molti anni a Triuggio, consentono loro di ottenere prestigiosi piazzamenti nella manifestazione internazionale… Nasce il primo progetto di laboratorio permanente… Si giunge ad una prima visita “informale” nel 2000, con scambio tra le due Amministrazioni Comunali, e poi nel 2003 alla firma dell’accordo…

L’esempio polacco suscita quindi interesse anche in Bulgaria, dove, a Gorna Banja, poco fuori Sofia, esiste un grande plesso scolastico in cui si studia l’italiano. Una studentessa  del locale liceo, Hristina Bojkova, nel giornale scolastico bilingue “Forum”, parla di questa esperienza ed auspica che venga realizzata in Bulgaria… E’ il primo passo di un cammino che porterà alla sottoscrizione dell’ accordo successivo.

Alla base dello spirito degli accordi vi è:

  • la ricerca di un referente, su cui impostare il lavoro di un gruppo locale;
  • un periodo di studio “base” delle lingua italiana, da parte del gruppo di giovani del laboratorio;
  • un soggiorno successivo in Italia, per sperimentare dal vivo la metodologia del “Laboratorio”;
  • la possibilità di mettersi a disposizione delle Scuole, al ritorno in Polonia ed in Bulgaria, per attuare laboratori;
  • una sperimentazione biennale o triennale, al termine della quale le Amministrazioni coinvolte forniranno una valutazione complessiva;
  • la possibilità di ampliare ad altre realtà territoriali la sperimentazione, in caso di giudizio positivo finale.

Questa è la cronistoria dell’evolversi di una idea (il Centro Giovani e Poesia) che ha poi portato allo sviluppo dei vari progetti che ora “gemellano” culturalmente Triuggio, ed il Centro, con Jelcz e con Pernik (dal 2011 anche con Sofia, la capitale della Bulgaria). Nel corso degli anni vi sono state anche esperienze, scaturite da contatti personali, con Croazia,Romania ed Ucraina. Incontri e seminari hanno portato il Centro anche nelle Università di Torun e Gliwice (Polonia) ed esperienze con Licei croati e romeni. Con la collaborazione avviata con il Centro Culturale italo-Romeno di Milano, per il Premio Internazionale di poesia, si è infine approfondito il contatto con l’area linguistica romeno-moldava, che ha portato sul palcoscenico letterario molte giovani promesse della poesia di questi Paesi.

Alessandro Villa – Fondatore del Centro Giovani e Poesia

 

25^  EDIZIONE  Premio Internazionale CENTRO GIOVANI E POESIA TRIUGGIO 2015 – 2016

Bando di concorso

Art. 1

Il Centro Giovani e Poesia di Triuggio, con la collaborazione del Comune,  della Banca di Credito Cooperativo Valle del Lambro, del Parco Valle Lambro, del Centro Culturale Italo-Romeno di Milano, dell’Associazione per la Cultura Bulgara in Italia, della Prometheus Editrice di Milano ,il patrocinio dell’Università del Tempo Libero della Valle del Lambro, della Pro Loco Triuggio, dell’A.N.M.I.G. Sez. di Monza e Brianza e dell’I.P.A. Brianteo, bandisce la 25^ edizione del Premio Internazionale omonimo, riservato ad autori in lingua italiana.

Art 2

Il Premio si suddivide in 7 sezioni

  • A)  per ragazzi/e sino al 12° anno di età compiuto;
  • B)  speciale Scuole;
  • C) per i giovani dai 13 ai 17 anni compiuti;
  • D)  per autori dal 18° anno d’età compiuto in avanti;
  • E) per silloge inedita;
  • F) per Foto-Poesia a soggetto Natura/Ambiente/Società;
  • G) speciale A.N.M.I.G. ,dedicata alla promozione “del sentimento di fratellanza,dell’amore della libertà e difesa della Pace”;

Compatibilmente con le norme del presente bando, è possibile partecipare a più sezioni.

Si partecipa: nelle sezioni A – C – D con un massimo di 3 poesie a tema libero; nella sezione E, con un minimo di 20 ed un massimo di 35 poesie, che costituiscano una raccolta, anche senza titolo, con indice e numero poesie partecipanti; nella sezione B possono partecipare singoli o gruppi, di  una  o  più classi, con 1 componimento a tema libero, che sia risultato di un progetto comune nell’ambito scolastico, nella sezione F con una poesia abbinata ad una foto; nella sezione G con un massimo di 3 poesie ispirate al tema della “fratellanza tra i popoli, l’amore della libertà e la difesa della pace”.

Contributi alla partecipazione delle sezioni

  • Sezioni A – B – G gratuite; •Sezione C un contributo di Euro 10,00; •Sezione D un contributo di Euro 15,00; •Sezione E un contributo di Euro 10,00, •Sezione F di Euro 5,00.

Saranno ammessi gratuitamente autori provenienti da Paesi extra U.E. che ne facciano richiesta motivata, acclusa alle opere inviate, le quali potranno avere  testo bilingue (originale più italiano).

La Segreteria del Premio si riserva comunque di ammettere autori gratuitamente con apposito invito.

I contributi dovranno essere versati esclusivamente in contanti o sul Conto IBAN:IT80Z0890133930000000008481-SWIFT: ICRAITRRP10. Intestato ASS. CENTRO GIOVANI E POESIA.  Le somme ricavate saranno interamente finalizzate a copertura spese.

Art. 3

Tutti i componimenti dovranno essere inediti. Gli autori dovranno dichiarare, a margine dell’originale,di esserne creatori e proprietari e la Sezione a cui partecipano. Le Scuole partecipanti alla sez.B dovranno allegare l’elenco coi dati degli alunni (v.art.4) e delle opere, con eventuale presentazione o commento.

I partecipanti alla sez C dovranno allegare fotocopia di un documento da cui sia rilevabile la data di nascita. I dati personali forniti saranno utilizzati solo per fini inerenti la manifestazione e nel rispetto delle norme di tutela vigenti.

Art. 4

Le poesie ed i lavori dovranno pervenire in 7 copie (solo per la sez. F e G in 2 copie) di cui solo una dovrà contenere nome, cognome, età, indirizzo, nazionalità e/o luogo di nascita, recapito telefonico, dell’autore (o della Scuola) ed eventuale e-mail. Le poesie dovranno essere spedite, unitamente a copia di ricevuta del versamento ed agli allegati richiesti dal bando (v. art. 3), entro il 31 gennaio 2016 all’indirizzo:

Centro Giovani e Poesia – viale Indipendenza,25 – I – 20844 Triuggio (MB) Italia.

Per l’ammissione, farà fede il timbro postale di spedizione purché il tutto pervenga entro il 10° giorno successivo alla data di scadenza succitata.

Le poesie pervenute oltre i termini di ammissione saranno cestinate ed il contributo incamerato. Per i casi dubbi, l’ammissione sarà decisa dalla Commissione Selezionatrice.

Art. 5 

I premi sono così suddivisi:

  • Sezione A Medaglie d’argento ai primi 3 classificati.
  • Sezione B 1^ rappresentativa scolastica classificata Euro 100,00Targhe alle 2^ e 3^ classificate.
  • Sezione C  classificato Euro 150,002°-3° classificato medaglia d’argento.
  • Sezione D classificato Euro 250,00;2°- classificato medaglia d’argento.
  • Sezione E-F Medaglie e Trofei ai primi 3 classificati

    ( con favorevole contratto editoriale,nel caso di pubblicazione presso l’Editrice Prometheus, per Sez.E).

Sono previsti inoltre:

  • Medaglia/Targa del Presidente della Camera dei Deputati
  • Premio Speciale dell’Editrice Prometheus.
  • Premio Speciale miglior componimento dedicato alla mamma “in memoria di Bruna Baroni”.
  • Premio Speciale “in memoria di Ettore Villa” al miglior giovane autore.
  • Premio “Andrea Negrotto Cambiaso” al miglior testo che sottolinei i valori della vita.
  • Premi Speciali offerti da Pro Loco Triuggio ed Università del Tempo Libero della Valle del Lambro.
  • Premi Speciali ai migliori componimenti a tema ambiente e natura.
  • Premio Speciale “in memoria di Eugenio Bentivegna” per miglior testo di giovane autore.
  • Altri premi e riconoscimenti eventualmente attribuiti dalla Commissione o dalle Giurie.

 Art. 6

I Membri della Commissione e delle Giurie saranno resi noti solo a lavoro ultimato. L’operato della Commissione e delle Giurie è insindacabile ed inappellabile. Dell’esito si darà comunicazione a mezzo stampa e in Internet su siti specializzati. In particolare il Verbale dei risultati verrà inserito nel sito del Centro mentre il bando integrale e i vincitori saranno leggibili nel sito internet  www.literary.it .

Art. 7

La cerimonia di premiazione si terrà domenica 5 giugno 2016. Saranno informati soltanto i premiati. I premi dovranno essere ritirati personalmente o mediante delega scritta (escluso assegni) e se non richiesti, entro 15 giorni dalla cerimonia, saranno incamerati. Eventuali spese di spedizione saranno a carico del richiedente, ad eccezione delle ammissioni gratuite di cui all’art. 2 del bando. Gli assegni non verranno spediti.

Art.8

Le poesie premiate ed alcune estratte dalle prime classificate delle varie sezioni saranno raccolte in una antologia a cura della Ed. Prometheus e potranno essere pubblicate.

La partecipazione implica l’accettazione integrale del presente bando. Di eventuali plagi risponderanno personalmente gli autori; il Centro si riserva la facoltà di comunicare alla stampa i casi eventuali, al fine di consentire ai proprietari di tutelarsi.

Ulteriori informazioni potranno essere richieste direttamente al Centro: Viale Indipendenza, 25 –I  20844 Triuggio (MB)

 alex.villa@alice.it

oppure al seguente recapito telefonico: 0362970302 (tel. fax e segreteria)

www.centrogiovaniepoesia.com

Print Friendly, PDF & Email