Musica, Concerti, Spettacoli

Omero e l’Iliade, spettacolo gratuito alla Candy Arena

VENUS_newClasseA

Il Consorzio Vero Volley organizza per l’anno nuovo, esattamente lunedì 15 gennaio, con inizio alle ore 21 e con ingresso libero per tutti, uno spettacolo particolarissimo, decisamente da non perdere. Alla Candy Arena di Monza, in viale Stucchi, a fianco dello stadio Brianteo, sarà, infatti, protagonista l’attore e regista Massimiliano Finazzer Flory, con lo spettacolo Omero e l’Iliade, per la sua unica data in Italia.

Visto il taglio, non solo culturale, ma anche sportivo, dell’originale evento, hanno garantito la partecipazione anche tutti i giocatori del Gi Group Team e del Saugella Team, le due squadre monzesi di volley di A1,oltre ad altri atleti di altre discipline.

Vero Volley Omero e l'Iliade

Per poter accedere alla Candy Arena, per lo spettacolo, è necessario prima registrarsi nella sezione dedicata del sito verovolley.com. Si riceverà così un QR Code di accesso alla serata da mostrare all’ingresso (per tutte le altre informazioni, è possibile scrivere una  mail all’indirizzo omero@verovolley.com).

Presentato a Milano, presso la Sala del Gonfalone del Grattacielo Pirelli, sede della Regione Lombardia, lo spettacolo teatrale Omero e l’Iliade, scritto, diretto e interpretato dal regista, attore e drammaturgo Massimiliano Finazzer Flory, si annuncia di grande interesse.

Un evento, questo, che sarà ricco di sorprese, e non solo perché rappresenterà il terzo spettacolo del maestro Finazzer Flory proposto dal Consorzio Vero Volley nell’impianto monzese, dopo i successi con la “Gran Serata Futurista” del 2016 e di “Verdi legge Verdi” del 2017, ma anche perché tratterà un tema importante, rivisitato dall’artista friulano in una chiave di lettura e allestimento unici. Serata epica, quindi, ma anche di musica e, visto l’ambiente, di sport.

Tra i promotori dello spettacolo, figura la Regione Lombardia, con Luca Checola, Responsabile della Comunicazione per l’Assessorato alla Cultura, Cristina Cappellini, Assessore Regionale alla Cultura e Fabrizio Sala, vice Presidente. Proprio quest’ultimo ha voluto a Monza ‘Omero e l’Iliade’, garantendogli anche il proprio Patrocinio nell’Anno della Cultura, patrocinio che ha assicurato anche il Comune di Monza.

Candy Arena Omerio e l'Iliade‘’Perché proprio Omero? Perché – spiega Massimiliano Finazzer Flory (nella foto), che in scena indosserà la ricostruzione di una maschera greca, recitando sotto lo sguardo degli atleti che rappresenteranno versi, scene e capitoli del noto capolavoro letterario – è l’autore della prima e fondamentale opera dell’Occidente. Omero è un nome. Tutto ciò che si sa di lui è leggenda, con incerta anche l’epoca in cui sarebbe vissuto. Non ben definito pure il luogo di nascita. Qualcuno sostiene perfino che Omero non sia mai esistito. Ma ciò che è sicuro è che l’Iliade, con i suoi XXIV Canti, è un libro che ha influenzato, influenza e influenzerà la nostra cultura, la nostra storia. Da qui l’evento su Omero, sull’Iliade e, in particolare, su Achille, nel bene e nel male il protagonista, il mito. Con la lettura scenica che introduce, spiega e narra, attraverso la prosa, l’Iliade, la Candy Arena diventerà un teatro dove sport, letteratura e musica si affronteranno in un unico evento. Al centro di questa scena saranno, recitati in versi, il I Canto e il XXII Canto, con il combattimento tra Achille e il non meno glorioso Ettore”.

Sarà una performance, quella che andrà in scena lunedì prossimo alla Candy Arena, che coinvolgerà la pallavolo, la boxe, lo yoga, la ginnastica, il tiro con l’arco e la musica, con una scenografia che rimanderà al rapporto tra l’Antica Grecia ed il nostro tempo tecnologico.

I giocatori del Gi Group Team Monza e del Saugella Team Monza saranno tra gli attori dello spettacolo e muoveranno, durante la lettura dell’Iliade, il pallone come un oggetto in un mondo sospeso e rimbalzato nel tempo delle trattative e delle strategie.
Con la boxe, i pugili si muoveranno tra il pubblico, facendo sentire il loro respiro, il contatto dei corpi, l’inseguimento ed il combattimento.

Con lo Yoga e la relativa coreografia, i corpi offriranno la meditazione, la ricerca di pace interiore, ma anche l’estetica e la ricerca della bellezza del femminile.
Con la ginnastica ritmica, si avvertirà la compattezza degli schieramenti, ma anche il movimento della storia, con la sua armonia ed il suo ordine. Con il tiro con l’arco  saranno protagoniste la precisione e la concentrazione, nell’esaltazione del posizionamento del corpo.
La musica dal vivo accompagnerà le letture teatrali attraverso le percussioni, mentre l’atmosfera della Candy Arena sarà suggestionata dalla ‘Sagra della Primavera’ di Igor Stravinskijì’’.

‘’Quella di mettere insieme la cultura e lo sport in questo modo – spiega Fabrizio Sala, Vicepresidente Regione Lombardiae’ stata un’idea eccezionale. Il Consorzio Vero Volley ed il suo presidente, Alessandra Marzari, nel fare questo, sono stati bravissimi. L’evento dimostra come tutti noi, in Brianza, se vogliamo, siamo capaci di lavorare in maniera interdisciplinare, con ottimi risultati. Pensare che una struttura, che fa prevalentemente sport, come il Vero Volley Monza, possa essere abile anche nel proporre un lavoro come questo, è qualcosa di sorprendente, che dimostra una grande eccellenza’’.

A ribadire l’importanza del binomio tra sport e cultura è proprio il presidente del Consorzio Vero Volley, Alessandra Marzari, autentica ideatrice e sostenitrice dell’evento, in chiave culturale e di promozione sul territorio, con un occhio di riguardo per i giovani.

’L’organizzazione di uno spettacolo culturale di livello sta diventando una bella abitudine per noi –  aggiunge la dottoressa della pallavolo monzese -, si tratta del mio regalo ai tesserati di Vero Volley ed alla nostra città. Il tema di quest’anno è particolarmente interessante e ci permetterà di portare in scena aspetti del passato che sono ancora attuali, quali l’umanità, il coraggio ed  anche il dolore. Sarebbe fantastico se, poi, questo spettacolo aiutasse i miei atleti a pensare agli eroi come a qualcosa anche di contemporaneo. A noi spetta, indubbiamente, il compito di saper trasmettere quotidianamente questi esempi ai nostri giovani. La capacità di essere eroi e di farlo nel combattere per un ideale, penso sia una cosa bellissima’’.

Enzo Mauri

Print Friendly, PDF & Email