Ambiente, Green Event Nel weekend

Mezzago, è bello perdersi nel labirinto di mais

Mezzago labirinto di mais 1

A Mezzago torna il labirinto di mais nel quale sarà possibile vivere l’emozione di perdersi per tutta l’estate 2017. Dopo il grande successo della prima edizione, viene ripresentata l’opera di land art promossa da Pro Loco Mezzago e realizzata dall’artista Maria Mesch: dal 1 luglio e per tutta l’estate, il labirinto di Mezzago offre un percorso di oltre 4 km e un ricco calendario di eventi. Ma anche uno spazio temporaneo di condivisione e socialità, di ritrovo, progettazione condivisa e accoglienza.

Un labirinto senza Minotauro al centro, un giardino errante, inteso e disegnato come spazio temporaneo molteplice che accoglie le proposte e favorisce la ricerca e la realizzazione di idee inedite. Un labirinto che possa essere anche luogo di creazione e di stimolo per progetti nuovi”. Con queste parole l’artista tedesca Maria Mesch presenta la seconda edizione del Labirinto di Mezzago, un luogo magico a due passi da Bergamo e Milano dove perdersi e poi ritrovarsi anche in compagnia di musica, poesia, teatro, arte e prodotti della natura.

Organizzato dalla Proloco di Mezzago – con il sostegno di Coop, Biblioteca di Mezzago, CAAM, Agricola Rino oltre al patrocinio del Comune di Mezzago, della Provincia di Monza e Brianza e il Parco Agricolo Nord Est – il Labirinto di mais di Mezzago apre ufficialmente le sue ‘porte’ il 1 luglio e sarà fruibile per tutta l’estate. Installazione d’arte quindi, ma anche luogo sociale e di aggregazione, di coprogettazione e condivisione anche per la comunità, il territorio e l’amministrazione del paese di Mezzago in particolare, che ha al suo attivo una lunga storia di cooperazione e attenzione alle iniziative culturali, all’ecologia e alla socialità e che per questi motivi diventa luogo ideale in cui agire.

Il progetto è nato in modo spontaneo nel 2016, ed è stato reso possibile dal lavoro collettivo di tutti i volontari della Pro Loco – alcuni già attivi, altri nuovi – e dei diversi soggetti coinvolti, entusiasti all’idea di lavorare al Labirinto di mais. Ci siamo ritrovati e conosciuti qui, condividendo idee e lavoro, respirando un’aria buona e di partecipazione autentica, quella che fa di Mezzago un paese speciale. Un campo di mais con dei sentieri lo san fare tutti, ma un labirinto di persone, storie, comunità, è cosa unica e ben diversa. Quest’anno, anche se più strutturato, il Labirinto rimane un progetto fatto principalmente da persone per le persone ed è disegnato per accogliere eventi e creare ancor più condivisione, in un’atmosfera che sa trasformare un campo di mais nel Labirinto di Mezzago, una risorsa importante per l’intera comunità” prosegue Maria Mesch.

Molte le novità della seconda edizione a partire dal nuovo disegno del labirinto di mais, sempre a cura di Maria Mesch, organizzato su un vastissimo campo di quasi due ettari dove sentieri e tracciati, pensati e differenziati per difficoltà, si snoderanno per 4 chilometri. Un disegno che, dopo una prima parte semplice, prosegue con sentieri erranti via via più complicati: inizialmente rotondeggianti e curveggianti, diventano geometrici e con diagonali sparse. A chiusura del labirinto, infine, la parte più difficile: chiamata da qualcuno drago delle verdure, sarà un percorso adatto soprattutto a chi si è allenato l’anno scorso. Per chi si perde – ma allo stesso tempo non vuole perdersi parte dei sentieri – ci saranno 4 luoghi contrassegnati da trovare (e la collocazione delle isole colorate cambierà ogni due settimane).

ph Guidicianno&Biffi

ph Guidicianno&Biffi

Un’altra particolarità sta nel fatto che nel percorso sono posizionate delle “stanze”, luoghi in cui verranno organizzati concerti, feste, letture, caccie al tesoro, installazioni, improvvisazioni, passeggiate con l’autore, osservazione delle stelle e molto altro. Un’entrata separata con il suo sentiero porterà direttamente all’isola grande (12 metri di diametro) dedicata a concerti ed eventi.

Chi si perderà nel labirinto, in mezzo ai giardini erranti, sarà sorpreso dal fatto che perdersi, impiegando quindi più tempo di altri per uscirne, significa riscoprire un tempo nuovo, per passeggiare avvolto dalle piante e far scorrere i pensieri, da solo o in gruppo, incontrando musica o racconti o altro a seconda dei giorni. In ogni caso troverà sempre la presenza della natura e di piccole e grandi isole piantumate, per potersi fermare in mezzo a questa foresta in miniatura”, conclude Maria Mesch.

Quest’anno, oltre alle piante di mais da foraggio, una parte di labirinto è stata piantumata con mais da polenta che verrà poi raccolto, quasi un invito a ritrovare maggiore armonia con la natura, il proprio territorio e la propria anima. 

PER VIVERE AL MEGLIO L’ESPERIENZA: QUALCHE CONSIGLIO UTILE

Il Labirinto è pronto ad accogliere per tutta l’estate i visitatori che desiderano provare quest’incredibile esperienza. Basta ricordarsi di:

  • Spegnere il cellulare e immergersi nel dolce fruscio delle piante di mais!
  • Vestirsi con scarpe e abbigliamento adatto
  • Portare una borraccia con acqua, torce per la sera e stuoie per sedersi
  • Rispettare le piante e il labirinto: chi entra accetta di non barare e rispettare i sentieri!

INFORMAZIONI E CONTATTI:

Il Labirinto è un percorso adatto a famiglie e bambini. L’area è attrezzata per il picnic e c’è un bar – punto ristoro che durante alcuni eventi offre un servizio cucina.

Apertura: dal 1 luglio a fine agosto (e oltre)

Ingresso: adulti 4 €; bambini (dai 5 ai 10 anni) ridotto 2 €; gratis bambini fino ai 4 anni

(In occasione di eventi particolari il costo del biglietto potrebbe subire variazioni. Si consiglia di fare riferimento alla pagina Facebook del Labirinto e al sito Proloco)

Dove: Il Labirinto si trova a 12 minuti a piedi dal parcheggio della biblioteca di Mezzago o a 10 dal parcheggio di via Industrie, percorrendo i sentieri del Parco Agricolo Nord Est (ex Parco Rio Vallone). Segnaletiche ben visibili aiuteranno a trovare la strada!

Orari: giovedì e venerdì dalle 17.00 al tramonto//sabato e domenica dalle ore 11:00 al tramonto

(ultimo ingresso 40 minuti prima del tramonto del sole)

Gli orari, durante alcuni eventi, potrebbero essere prolungati.

Il calendario eventi è in fase di definizione e tutti gli aggiornamenti sono disponibili sulla pagina Facebook Labirinto Di Mezzago. In caso di maltempo il calendario può subire variazioni.

Si consiglia di seguire la pagina Facebook o il sito Pro Loco, sempre aggiornati.

Si ricorda che nel campo agricolo non è purtroppo possibile introdurre cani.

CALENDARIO EVENTI DEL MESE DI LUGLIO 2017

Il labirinto è aperto giovedì e venerdì dalle 17.00 al tramonto, sabato e domenica dalle 11.00 al tramonto (ultimo ingresso 40 minuti prima del tramonto). Negli orari di apertura, in caso di eventi, si potrà comunque accedere per visitare il labirinto, tranne in pochi casi particolari che saranno segnalati. Durante gli eventi gli orari potrebbero prolungarsi. Alcuni eventi sono su prenotazione, sulla pagina Facebook del Labirinto e sul sito Pro Loco Mezzago le informazioni sono sempre aggiornate, anche riguardo al luogo dove saranno svolti, se nell’”isola grande” o se dislocati nel labirinto.

  • Sab 1 luglio:  18.00  Inaugurazione: musica disseminata nel labirinto con la partecipazione degli allievi dell’Accademia Mozzati ;21.15 Osservazione del cielo stellato, in compagnia del gruppo Astrofili di Villasanta; a seguire lettura di brani e poesie inerenti la volta celeste, la Luna e i miti del cielo
  • Dom 2 luglio: 20.00  Improvincia presenta M.A.I.S., incredibili games e una storia da togliere il fiato
  • Ven 7 luglio: 21.00  “Camminata con faunista” a cura del Parco Agricolo Nord Est
  • Sab 8 luglio: 11.00  “Mezzago Day”: conosciamo Mezzago e le sue attività! (Ingresso ridotto per i residenti nell’Unione Bellusco Mezza); 17.30 “Boscofelice” – percorso teatrale per bambini 5-10; 21.30 Serata rock acustico anni ’90 con Pier Scotti
  • Dom 9 luglio: 11.00  Giornata fantasy/medievale. Giochi, laboratorio di costruzione marionette con Ana Lia Zamorano, mangiafuoco Ivan Circoski, musica con FUTHARK M.W.M. FIRM e molto altro!
  • Gio 13 luglio: 21.00  “Un labirinto di parole”, prima serata della rassegna a cura di SLAM coworking: Simone Savogin e Martina Dirce Carcano presentano “progetto haikoodle
  • Ven 14 luglio: 22.00  Associazione Fuori Tempo: “SPA20 – prenditi cura del tuo male-ssere
  • Sab 15 luglio: 10.30  Presentazione libro “L’agricoltura è sociale” di Roberto Brioschi (Altraeconomia 2017). In mattinata banchetti di prodotti a km 0 e aperitivo a cura del GAS Mezzago; 17.30 Creacademy presenta: “ENGLISH WORKSHOP FOR KIDS (3-11 anni): alla scoperta dei crop circles e di altri British misteries; 21.00 Dj set anni ‘70/’80 a cura di Stefano Agliati
  • Dom 16 luglio:  17.00  R&AD LiveBook, lettura liberamente tratta dal racconto “Il pifferaio di Hamelin”; 20.00 Coltivare Cultura, “Lascia un segno”, presenta LUS in Labirintus – un progetto di Stefano Lovati e Annalisa Limonta
  • Gio 20 luglio: 21.00  “Un Labirinto di parole” Seconda serata della rassegna a cura di SLAM coworking:  Paolo Agrati  presenta il suo libro “Partiture per un addio” con l’accompagnamento musicale di Simone Pirovano
  • Ven 21 luglio: 18.30  “Pranayoga e campane tibetane”- Serata per il benessere di anima e corpo con Paolo Corno e Diego Giovannelli
  • Sab 22 luglio: 14:00  Osservazione del sole a cura del gruppo Astrofili di Villasanta; 21.00 Concerto blues a cura del duo “Savage Luggage”, a seguire concerto electro-rock a cura degli “Electroadda
  • Dom 23 luglio:  18.30  Aperitivo e serata per conoscere il popolo curdo
  • Gio 27 luglio: 21.00  “Un labirinto di parole”, terza serata della rassegna a cura di SLAM coworking: Davide ScartyDoc Passoni e Marco Tempo Lombardo presentano “Eell Shous”
  • Ven 28 luglio: dalle 17.00  “Campary day; 21.00 Blue Crackers in concerto – serata di musica e fuorismo milanese
  • Sab 29 luglio: 21.00  BLOOM presenta l’associazione culturale Millennium 82 con la proiezione del filmRS – Ricerche Speciali“. Parteciperà anche Y RADIO di Usmate
  • Dom 30 luglio: 18.00  Sba-Raglio: laboratorio artistico, rivolto alle donne, per manipolare e creare con la terra; 21.15 Osservazione del cielo stellato in compagnia del gruppo Astrofili di Villasanta

Il Labirinto Social:

Facebook: Labirinto di Mezzago

Instagram: Labirinto di Mezzago

 L’opera dell’artista Maria Mesch è visionabile sul sito www.mariamesch.com

Mezzago labirinto di mais 3

Print Friendly, PDF & Email
Ti piace?