Grande vernissage al gruppo Venus per la nuova Mercedes Classe A - BrianzaPiù | Il Bello e il Buono della Brianza e del Lario Grande vernissage al gruppo Venus per la nuova Mercedes Classe A - BrianzaPiù | Il Bello e il Buono della Brianza e del Lario
I-Top Motori

Grande vernissage al gruppo Venus per la nuova Mercedes Classe A

VENUS_newClasseA

Folla delle grandi occasioni alla concessionaria Venus Mercedes di viale Fulvio Testi a Milano per la presentazione della nuova Classe A (video), l’avveniristico restyling della vettura ‘cavallo di battaglia’ della Casa di Stoccarda. Con Umberto Villa a fare da padrone di casa, coadiuvato dal giovane direttore marketing Filippo Pizzagalli e da tutta la squadra di professionali venditori dello storico gruppo automobilistico monzeze, la serata si è via via animata fino al DJ set con tanto di mini musicisti in Lego, sincronizzati alla perfezione con le note.

Dopo averla ammirata in anteprima a Monza, il 12 e 13 maggio nel primo weekend di presentazione, la nuova Classe A è stata definitivamente celebrata nella vicina metropoli con un vernissage coinvolgente e ricco di sorprese. Con tanto fumo scenico, ma anche molto arrosto tecnologico. La vera “chicca” è lei, l’ultima nata di Casa Mercedes, capace di proiettarsi in una dimensione 4.0 dove l’interazione con il conducente raggiunge livelli davvero unici, tali da stupire chi sale a bordo per la prima volta.

La nuova generazione di Classe A entra infatti in un’inedita dimensione dell’infotainment che rivoluziona l’interazione tra guidatore e automobile. Grazie al nuovo sistema di infotainment MBUX (Mercedes-Benz User Experience) la tecnologia non è mai stata così connessa all’uomo e ai suoi bisogni. Un’intelligenza artificiale evoluta, con funzioni predittive alimentate dalla quotidianità delle abitudini. In questo modo la tecnologia in parte “clona” la nostre abitudini, riconoscendone i tratti essenziali e tracciando una sorta di ritratto a specchio nel quale possiamo riconoscere il nostro stile di guida e di utilizzo del mezzo.

Siamo di fronte alla prima vettura con intelligenza artificiale, a tratti quasi umani, scanditi da una accattivante voce femminile che risponde al nostro invito “Hey Mercedes”, una vera e propria compagna di viaggio, capace di prenderci per mano portandoci a destinazione. Siamo immersi in una tecnologia dal volto umano nella quale possiamo identificarci e con la quale possiamo colloquiare. Il punto di partenza dello sviluppo dell’MBUX, il rivoluzionario sistema di infotainment che ha debuttato sulla nuova Classe A, in grado di combinare comandi intuitivi e naturali con un software intelligente che apprende dall’esperienza, è stato proprio quello di concepire il tutto cercando di avvicinarsi all’uomo, o meglio al driver e alle sue esigenze alla guida.

“Classe A è cambiata praticamente in tutto – dice Umberto Villa amministratore di Venus – Siamo davanti ad una vettura avveniristica che ci proietta nella nuova era della digitalizzazione attraverso il sistema di infotainment MBUX che pone l’uomo al centro e porta l’intelligenza artificiale ad un livello di umanizzazione mai visto prima.”

La vettura è più lunga e più larga della precedente. All’interno la consolle si presenta con una piccola astronave dove il grande schermo lungo il cruscotto spadroneggia e da la dimensione visiva dell’assoluta novità. L’ergonomia è pressoché totale. Il comfort dell’abitacolo, pur non avendola provata su strada, si percepisce subito.

“E’ un concept totalmente nuovo che ha richiesto una strategia di comunicazione altrettanto inedita – sottolinea Filippo Pizzagalli, marketing e CSI Manager del gruppo Venus – con tante immagini e anche una parte artistica per restituire la dimensione più umana dell’intelligenza artificiale, partendo dal  ritratto dei potenziali utilizzatori che ha avviato la campagna della Mercedes. A Monza prima e a Milano oggi abbiamo voluto far “parlare” la nuova Classe A. La curiosità è stata tanta, testimoniata dai tanti clienti che hanno aderito al nostro invito”.

Il lancio ha avuto inizio ai primi di maggio, quando in alcune piazze italiane ha fatto la sua apparizione un robot con una videocamera e un braccio meccanico che, come un’artista di strada, impugnando una penna biro, ha completato la sua opera firmandola con l’hashtag #justlikeyou.

Un lavoro che è proseguito in un misterioso hub creativo all’interno del quale altre intelligenze artificiali hanno generato nuove opere. Un continuo work in progress trasmesso attraverso ledwall posizionati nelle aree di maggior afflusso delle principali città italiane.

Grazie alla piattaforma dedicata justlikeyou.it è stato possibile commissionare il proprio ritratto e condividerlo attraverso i canali social. Oltre alla versione digitale è stato possibile prenotare la stampa cartacea e ritirarla presso i dealer che hanno aderito all’iniziativa durante l’open week-end di metà maggio. Terminata la fase di lancio in salone, adesso la nuova Classe A è pronta per i test drive su strada.

c.g.

Print Friendly, PDF & Email