Economia & Lavoro

Dal 1° dicembre scende in campo la BCC Brianza e Laghi

Brianzacque

BCC Brianza e Laghi logo

E’ fatta! La BCC Brianza e Laghi dal 1° dicembre sarà il nuovo istituto di credito brianteo, nato dalla fusione di due banche storiche del territorio, la BCC Lesmo e la BCC Alta Brianza. Il 29 ottobre scorso si sono tenute in contemporanea le due assemblee straordinarie e ordinarie dei soci delle due banche che hanno messo il sigillo alla storica fusione.

Presso il CineTeatro San Luigi di Concorezzo è stata convocata l’assemblea della BCC di Lesmo con tantissimi i Soci intervenuti per partecipare attivamente a questo momento fondamentale per il futuro della BCC: 491 presenti in proprio, 970 includendo le deleghe. L’Assemblea ha approvato, a larga maggioranza (890 voti favorevoli) il progetto di fusione per incorporazione della BCC Lesmo nella BCC Alta Brianza – Alzate Brianza.

Così è stato anche per l’Assemblea dei Soci della BCC Alta Brianza, tenutasi in contemporanea presso il palazzetto dello sport di Alzate Brianza, che ha approvato a larga maggioranza il progetto di fusione, ritenuto da tutti ormai un progetto irreversibile, anche per lo sviluppo dell’istituto sul territorio. Il via libera è stato dato da 825 soci (il 94,94%, 4 i voti contrari, 40 gli astenuti).

BCC Brianza e Laghi sala teatroIl voto favorevole da parte dei Soci è stato un passaggio cruciale nel percorso che ha visto in data 22 settembre 2017 l’autorizzazione da parte della Banca d’Italia del progetto di fusione; autorizzazione giunta dopo mesi di confronti e lavori tra le due BCC che hanno verificato l’esistenza delle condizioni per lo sviluppo di un progetto sinergico che porterà, con nuovo slancio e valore aggiunto, a un rafforzamento reciproco.

Il Presidente della BCC di Lesmo, Carlo Maria Beretta,  ha illustrato le motivazioni di fondo che hanno condotto alla proposta di fusione “l’operazione di aggregazione tra le due realtà cooperative da concretezza a un progetto rivolto al futuro che affronta in modo pro-attivo i mutamenti in corso nel mercato di riferimento.” Ed è proprio sul futuro che si concentrano i passi successi dell’intervento del Presidente: “Le due BCC ritengono di potere affermare di aver impostato un progetto di aggregazione coerente e sostenibile, ancorché complesso e impegnativo, che consentirà quel necessario salto di qualità nel presidio strategico, gestionale e territoriale a beneficio della continuità delle due Banche attraverso la costituenda nuova realtà creditizia”.

Stretta di mano tra i due Presidenti delle BCC brianzole a sancire un ambizioso progetto di fusione

Stretta di mano tra i due Presidenti delle BCC brianzole, Giovanni Pontiggia (a sinistra) e Carlo Maria Beretta

Il Presidente della BCC Alta Brianza Giovanni Pontiggia ha ribadito quanto già espresso nella recente conferenza stampa di fine settembre: “Alla base della scelta c’è la strada tracciata dalla riforma del credito cooperativo, ma anche le normative di vigilanza interne e della BCE. Per una banca che si prende cura delle imprese, da queste deve anche prendere esempio e unire le forze, per crescere ed essere competitivi sul mercato. Il progetto presenta – ha osservato anche Pontiggia – oltre che vantaggi immediati per entrambe le realtà bancarie, notevoli sinergie in chiave di sviluppo, ponendo le basi per sfruttare, attraverso l’integrazione delle strutture, le relazioni e le esperienze di ciascuna delle due BCC, significative economie di scala, nonché un parallelo rafforzamento organizzativo e competitivo».

Ha convinto tutti la nuova denominazione BCC BRIANZA E LAGHI, che sottolinea la rappresentatività del territorio della Brianza, dove le due BCC, da oltre 50 anni, sono nate, si sono affermate e continuano a sviluppare la maggior parte della propria attività.

La BCC Brianza e Laghi, ufficialmente operativa dal !° dicembre prossimo, sarà presente con 24 sportelli (8 nella provincia di Como, 9 in quella di Lecco e 7 in quella di Monza Brianza) e sarà operativa in 117 comuni (45 della provincia di Como, 42 della provincia di Lecco, 28 della provincia di Monza e Brianza e 2 della provincia di Milano), con filiali direttamente nei tre capoluoghi di provincia.

La nuova Banca, sulla base dei dati aggregati delle due BCC al 30 giugno 2017, avrà 6.032 Soci, oltre 26 mila clienti, 212 dipendenti, 1,7 miliardi di Euro di montante (raccolta diretta e impieghi), 470 milioni di Euro di raccolta indiretta, fondi propri per quasi 100 milioni di Euro, un Totale Capital Ratio e un TIER 1 Capital Ratio del 15,44%.

BCC Brianza e Laghi approvazione fusionePietro Galbiati, Direttore della Federazione Lombarda delle BCC, ha augurato alla nuova BCC un futuro radioso ricordando come “in questo difficile momento storico, da un punto di vista sociale, ma soprattutto economico…in un periodo in cui il mondo finanziario non gode di particolare fiducia…l’intero sistema bancario si deve riordinare e il Credito Cooperativo non si può sottrarre. Dopo 130 anni abbiamo maturato la consapevolezza che quel sistema di banche estremamente piccole, diffuse e radicate nei singoli territori, manifestava dei segnali di debolezza. In questo contesto il trend delle fusioni è inevitabile perché risponde a esigenze oggettive: le banche devono ritrovare la capacità di produrre reddito e rafforzarsi nel patrimonio. Non possiamo, quindi, che avere fiducia nel futuro sapendo che fare qualcosa di nuovo non significa rinnegare quanto fatto fino a ora, ma avere il coraggio di rinnovarsi rispetto a un mutato contesto socio economico.

In entrambe le assemblee dei soci si è provveduto ad eleggere i membri del consiglio di amministrazione della neonata banca. Per la BCC Alta Brianza sono: Adele Balloni; Carlo Farina; Giovanni Pontiggia; Giuseppe Rigamonti; Luigi Sabadini; Giuliano Sala. Nel collegio sindacale sono stati votati Gianmarco Mogavero, come sindaco effettivo, e Marco Torres come sindaco supplente. Infine nel collegio dei probiviri sono stati eletti Gianpaolo Brianza e poi Alessandra Mascellaro.

Per la BCC Lesmo: Carlo Maria Beretta, Dario Tremolada, Roberto Beretta, Adolfo Crippa, Gigliola Ghezzi. Presidente del Collegio Sindacale: Luigi Testa. Collegio Sindacale: Alessandra Stucchi (Sindaco effettivo), Giulia Consonni (Sindaco supplente), Collegio dei Probiviri: Luigia Brambilla (Probiviro effettivo), Giorgio Carniel (Probiviro supplente).

Adesso si parte a testa bassa con grandi motivazioni per dare una risposta concreta alle esigenze delle piccole e medie imprese della grande Brianza, con un progetto di sviluppo del quale si sentiva la mancanza, laddove spesso il nostro territorio ha guardato alla grande metropoli dimenticandosi le enormi potenziali interne sottolineate dalla ricca storia imprenditoriale briantea.

Carlo Gaeta

Print Friendly, PDF & Email
Ti piace?